Autonoleggio, quali normative ci sono da seguire   


Autonoleggio




Spesso è proprio in estate che si decide di noleggiare un’auto: magari per essere più sicuri in viaggio oppure direttamente nella città di destinazione o per le esigenze più disparate. Un’attività in proprio particolare che ha bisogno di un certo investimento iniziale.

Le attività di autonoleggio

In effetti le attività di autonoleggio hanno sempre un buon successo fra i clienti, anche fra coloro che decidono di non acquistare un’auto ma di procedere al noleggio a lungo termine.

Qualsiasi sia il motivo per cui ci si rivolge ad un’attività di autonoleggio, vediamo quali sono le normative da seguire quando si prende a noleggio un’auto.

Generalmente possono prendere a noleggio un’auto coloro che hanno un età minima di 20-23 anni e un’età massima di 65-75 anni, a seconda del negozio di autonoleggio.




Tuttavia l’età massima e l’età minima sono derogabili se si stipula un’assicurazione aggiuntiva ad un costo aggiuntivo.

Coloro che noleggiano l’auto devono mostrare un documento di riconoscimento valido come la carta d’identità o il passaporto e ovviamente la patente di guida in corso di validità, rilasciata nel Paese di residenza (normalmente da almeno un anno).

Un obbligo per il noleggiatore

Un obbligo per il noleggiatore è quello di offrire in garanzia del veicolo preso a noleggio una carta di credito valida (a volte non sono accettati i bancomat).

Se non si dispone di una carta di credito, potrebbe essere richiesto di pagare una cifra in contanti come cauzione iniziale.

Il più delle volte le compagnie di autonoleggio stabiliscono di riconsegnare il veicolo con il pieno di carburante o nelle condizioni in cui lo stesso è stato ritirato, altrimenti sulla carta di credito lasciata a garanzia verrà addebitato il costo del carburante mancante e le spese per il rifornimento.

Inoltre potrebbe essere previsto di riconsegnare il veicolo dove è stato ritirato (altrimenti si può stabilire un altro luogo ma pagando una penale).

Alcuni contratti potrebbero prevedere la possibilità di aggiungere al primo conducente (colui che firma il contratto) un altro conducente per cui valgono le stesse condizioni.

È necessario però leggere bene il contratto per verificare se sussiste questa possibilità.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.