Tolettatura per cani, quale documentazione è necessaria


Tolettatura




Aprire un negozio per la tolettatura per cani può rivelarsi un’attività remunerativa e gratificante ma soprattutto un modo per stare a contatto con gli animali, che è la passione di tantissime persone.

Ma quale documentazione è necessaria

Ma quale documentazione è necessaria per aprire un negozio di tolettatura per cani?

Per svolgere quest’attività è necessario prima di tutto presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per tolettatura animali allo Sportello Unico per le Attività Produttive.

Una volta presentata la SCIA, se non ci sono obiezioni, si può aprire la propria attività.




Infatti, nel caso mancassero i requisiti, l’Amministrazione competente può emettere, entro 60 giorni dalla ricezione della segnalazione, un provvedimento che impone il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione di eventuali effetti dannosi.

Per poter aprire un negozio di tolettatura per cani, è necessario che i locali dove si svolge l’attività rispettino le norme dell’attività in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria.

A questo proposito sono le ASL e i Comuni che stabiliscono i requisiti da possedere, come:

  • certificazione dell’impianto idrico
  • certificazione dell’impianto elettrico
  • pareti lavabili ed igienizzabili (vernice lavabile o piastrelle)
  • piletta di scolo per le acque scure posta in prossimità delle vasche
  • piccola sala d’attesa divisa dalla stanza di tolettatura
  • superficie aereo-illuminante (porte e finestre apribili verso l’esterno) pari ad 1/10 della superficie calpestabile destinata alla tolettatura
  • prese elettriche ed interruttori a tenuta stagna (eventuali pompe di sollevamento vasche e tavoli oppure le elettrovalvole dei self service dovranno lavorare a bassa tensione (12 o 24 Volts))
  • pozzetto di decantazione per ogni vasca in modo da dividere le acque scure dal pelo morto (che non raggiungerà così il condotto fognario)

Possono essere richiesti anche ulteriori requisiti, ad esempio in relazione all’impatto acustico o al contratto con una ditta per smaltire il pelo tagliato.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.