Musica dal vivo, come comportarsi nei centri abitati       


Musica




Organizzare degli eventi di musica dal vivo oppure offrire ai clienti della propria attività questo genere di intrattenimento, può essere molto piacevole ma, se non fatto rispettando determinate normative e limiti, può comportare delle conseguenze spiacevoli, come il disturbo alla quiete pubblica, specie se l’evento o l’intrattenimento avviene nei centri abitati. Ricordiamo che per gli eventi musicali deve sempre essere pagata la SIAE.

Come comportarsi in questi casi?

Va detto che nei locali commerciali (bar, ristoranti, pub) sono i proprietari che devono chiedere un permesso al Comune in cui si trova il locale, per poter diffondere musica dal vivo.

In caso contrario, scatta il rischio di sequestro o di chiusura del locale.

I proprietari dei locali, infatti, devono far attenzione che nei locali si rispetti la soglia di tollerabilità dei rumori provocati da strumenti musicali, elettronici, radio, televisione e così via.




Questa soglia non deve superare i 3,5 decibel.

Se i locali diffondono musica dal vivo più rumorosa rispetto a quanto consentito, si può configurare il reato di disturbo della quiete pubblica.

Questa fattispecie si verifica quando dal rumore si può arrecare un potenziale disturbo ad un numero indeterminato di persone, costituite dai condomini residenti nel centro abitato e da chiunque altro si trovasse nell’immobile, e non soltanto agli occupanti degli appartamenti ubicati in prossimità del locale.

Dunque, per parlarsi di disturbo della quiete pubblica, è necessario che il rumore venga percepito da un numero indeterminato di persone. Tuttavia, anche una sola persona può agire per far valere i propri diritti, e chiamare così la polizia o i carabinieri.

Le autorità, anche in presenza di autorizzazioni e licenze da parte del gestore del locale, dovranno segnalare quanto successo alla Procura.

La persona danneggiata può così ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale, vale a dire del danno causato alla propria salute a causa del rumore.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.