Agenzia di viaggi, quali permessi occorrono


Agenzia di viaggi




Le agenzie viaggi devono rispettare degli adempimenti amministrativi definiti dalla Legge 135 del 2001, la “Riforma della Legislazione nazionale del Turismo” per poter iniziare la propria attività. Innanzitutto, sin dalla costituzione, l’agenzia viaggi deve compiere diverse operazioni.

In primo luogo, deve iscriversi alla Camera di Commercio

In primo luogo, deve iscriversi alla Camera di Commercio come ditta individuale o società e verrà inserita come “inattiva” fino a che non si possegga il numero REA e codice iscrizione in CCIAA.

A questo punto, verrà effettuata l’iscrizione all’Agenzia delle Entrate con il rilascio della Partita IVA e la scelta del codice ATECO:

  • 11.00 per l’attività di agenzia viaggi;
  • 12.00 per l’attività di tour operator.

Infatti, in secondo luogo, per avviare l’attività come agenzia di viaggi bisogna presentare la “Segnalazione certificata di inizio attività” (SCIA) al Comune di competenza.




Questa dichiarazione deve essere completata con una serie di allegati obbligatori:

  • deve essere nominato un Direttore Tecnico ovvero un soggetto che deve condurre l’attività tecnica, che ha delle precise responsabilità rispetto alle operazioni svolte.

Può essere l’Amministratore della Società ma questo ruolo può anche essere ricoperto da un’altra persona.

Il Direttore Tecnico può condurre una ed una sola Agenzia Viaggi o Tour Operator.

  • L’Agenzia viaggi deve avere disponibilità fisica dei locali in cui si svolgerà l’attività (a meno che l’attività non venga svolta online, cosa che accade sempre più di frequente).
  • L’Agenzia viaggi deve disporre di una polizza assicurativa che faccia da garanzia all’adempimento degli obblighi assunti nei confronti dei clienti con il contratto di viaggio e in relazione al costo complessivo dei servizi offerti.
  • In alcune regioni era obbligatorio versare un deposito cauzionale o una polizza fideiussoria alternativa, del valore di circa 20.000 euro per coprire eventuali versamenti dovuti per sanzioni o azioni disciplinari o ancora per importi non versati.

Ad oggi questo adempimento non è più contemplato.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.