Travel blogger, non è “scroccare” in giro per il mondo


Travel blogger




Quella del travel blogger è una figura spesso molto invidiata: si tratta di persone che hanno fatto della loro passione, i viaggi, un lavoro. In realtà, non si tratta semplicemente di viaggiare “a scrocco” e “andare sempre in vacanza” perchè, dietro ogni viaggio, si cela molto di più. Prima di tutto infatti saper scrivere, conoscere le strategie dei social e di internet e, per sopravvivere, avere un blog che monetizza.

Il travel blogger deve saper comuncare

Un blogger, infatti, deve saper comunicare e, per farlo, deve conoscere le tecniche della scrittura persuasiva, saper scrivere, conoscere le strategie e le tecniche SEO per il posizionamento sui motori di ricerca, avere anche conoscenza di marketing e, ovviamente, conoscere il web e i social network.

Un blog di viaggi, infatti, è costituito prevalentemente da articoli e fotografie; inoltre, un travel blogger deve essere attivamente presente anche sui social network (che sono sempre più frequentati da migliaia di persone ogni giorno). Proprio sui social network, ogni fotografia o post deve essere progettato in maniera intelligente: una foto su Instagram, ad esempio, deve essere corredata da una didascalia che inviti i seguaci ad interagire e da hashtag che permettano di essere seguiti sempre da più persone.

Il giusto contenuto che faccia la differenza

In generale, tutti i contenuti dei post e degli articoli del blog devono essere curati: è opportuno che il travel blogger si documenti sul posto in cui si recherà, sulla cultura del popolo, tradizioni e curiosità, così da fornire ai suoi lettori contenuti interessanti.




Dunque, un blogger  di viaggi professionista non viaggia “a scrocco” ma perché è mosso dalla passione,
perché ama condividere le proprie esperienze e consigliare. E’ un falso mito quello che vede i travel
blogger sempre in vacanza e in posti meravigliosi perché, come detto, la professione del travel blogger
non si limita solo al viaggio ma allo studio dei social network, del web e del marketing.

In pratica, un travel blogger, mentre viaggia condivide sui social e sul proprio blog le sue esperienze (ad esempio, sponsorizzando una certa struttura ricettiva o una destinazione turistica) facendo vivere al suo lettore ciò che fa e ispirandolo a viaggiare in quel posto.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.