Malattia lavoro, esaurimento nervoso: non ci sono le fasce orarie


Malattia lavoro, esaurimento nervoso: non ci sono le fasce orarie




Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto, laddove necessario, alla malattia lavoro, ovvero usufruire di alcuni giorni di riposo per riprendersi da un problema che impedisce allo stesso di adempire ai propri compiti in maniera corretta.

In tal senso quando si ha un problema bisogna prima di tutto informare l’azienda, in modo tale da dare a quest’ultima l’opportunità di organizzarsi. In secondo luogo è necessario contattare il proprio medico di base che dopo aver effettuato la visita potrà sottoscrivere il certificato medico che entro le successive 24 ore sarà caricato sull’apposita piattaforma proprio dal medico.

Malattia lavoro, la procedura

Il datore di lavoro potrà accedere al certificato Inps per avere i dettagli della malattia lavoro del proprio dipendente e decidere se inviare la visita fiscale. Il lavoratore durante il periodo di malattia lavoro deve rispettare alcuni orari di reperibilità per consentire al medico di effettuare la visita fiscale.

Per quanto riguarda i dipendenti pubblici, questi dovranno farsi trovare a casa dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. Tali indicazioni sono valide sia per i giorni feriali che festivi. Mentre per i dipendenti di azienda privata dovranno risultare reperibili dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 17 alle 19 .




Diversa la situazione per quanto concerne la malattia lavoro per esaurimento nervoso o depressione.
Sul tema si è espressa la corte di cassazione:”in casi simili, per giustificare l’obbligo di reperibilità in determinati orari,
non è richiesta l’assoluta indifferibilità della prestazione sanitaria da effettuare, ma è sufficiente un serio e fondato motivo che giustifichi l’allontanamento dal proprio domicilio”.

Poco prima del termine del certificato Inps sarà cura del medico di base, su eventuale richiesta del lavoratore,
stabilire se la patologia e il problema è stato risolto, in caso contrario il medico potrà prolungare malattia.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.