Riprese video in pubblico, a cosa fare attenzione


Riprese




Può capitare, ad esempio in viaggio, di trovarsi a fare riprese video in pubblico dove possano esserci anche altri soggetti. Ma è legale farlo oppure fare riprese video in pubblico può costituire un reato?

Vediamo a cosa fare attenzione e quando le riprese video in pubblico sono illegali.

La legge dice che è possibile fare riprese video di persone che si trovano in un luogo pubblico (piazza, strada, ecc) o aperto al pubblico (bar, ristorante, cinema, ecc), senza il loro consenso.

Ma è vietato diffondere questo video, anche su Facebook, riprodurlo o metterlo in commercio senza il consenso delle persone che sono state riprese.

Ci sono tuttavia dei casi in cui le riprese video fatte in pubblico possono essere diffuse senza l’autorizzazione delle persone riprese e cioè quando la riproduzione è giustificata:




  • dalla notorietà o dall’ufficio pubblico coperto
  • da necessità di giustizia o di polizia
  • da scopi scientifici, didattici o culturali

Oppure quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.

Però, nel caso in cui nel video venga recato pregiudizio all’onore, alla reputazione o al decoro della persona o delle persone ritratte, allora il video non può essere riprodotto o messo in commercio.

Per quanto riguarda le riprese video

Per quanto riguarda le riprese video durante gli eventi pubblici (feste, comizi, concerti, partite), è possibile pubblicarli, purché le persone riprese vengano rese non riconoscibili (ad esempio sfocando i volti).

Se però il video ha ad oggetto una o più persone determinate (ad esempio gli sposi in un matrimonio), coloro che sono riprese incidentalmente non possono opporsi alla pubblicazione del video, perché non sono i soggetti principali del filmato.

 Lo stesso nel caso di una ripresa ad un monumento durante un viaggio: inevitabilmente si potranno riprendere altri soggetti ma quel video potrà essere diffuso senza il loro consenso.

Infine sono da considerarsi illecite le riprese fatte provocando molestia alla persona ritratta.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.