Matrimoni, quali regole ci saranno per le cerimonie


Matrimoni




Dal 15 giugno sarà possibile celebrare i matrimoni, seppur con regole e limitazioni. Tutti i partecipanti ai matrimoni dovranno avere il certificato di avvenuta vaccinazione (le due dosi), il certificato di guarigione (rilasciato da ASL o medico di base) o un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti la cerimonia.

Tutti gli invitati devono indossare la mascherina

Inoltre, tutti gli invitati devono indossare la mascherina nel caso di allontanamento dal proprio tavolo, sia all’interno che all’esterno, oltre che rispettare il distanziamento interpersonale di 1 metro nel caso di soggetti non conviventi.

Non è previsto invece alcun limite al numero degli invitati ma per quanto riguarda la disposizione dei tavoli, “considerando lingombro delle sedie, la distanza minima tra essi deve essere di almeno 2 metri (0,5+0,5+1m), considerando il passaggio degli addetti al servizio di somministrazione”.

I tavoli “sono distribuiti e distanziati in modo che le sedute garantiscano il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, fatta eccezione per i tavoli composti da persone che non siano soggette al distanziamento interpersonale in quanto conviventi”.




È consigliabile “luso di segnaposto o altro sistema in modo da rendere stabili le postazioni ai tavoli”.

Non sarà invece possibile la somministrazione di buffet a self-service mentre sarà possibile un servizio di selezione di alimenti esposti ovvero in modalità show cooking, distribuito dal personale di sala.

Per quanto riguarda la cerimonia, l’evento deve avvenire in aree all’aperto e nel caso in cui si utilizzassero ambienti chiusi, deve essere garantito il ricambio d’aria.

Altri aspetti sono quelli che riguardano le foto, la musica e il ballo:

  • i fotografi dovranno indossare la mascherina chirurgica quando hanno una distanza interpersonale inferiore a 1 metro dai clienti e organizzare il servizio fotografico in modo responsabile
  • i gruppi musicali dovranno distanziarsi dal pubblico di almeno 3 metri, qualora non provvisti di barriere antidroplets in prossimità del microfono
  • si potrà ballare ma “gli eventi con ballo in spazi interni andranno organizzati con tempistiche predefinite, garantendo una superficie pro capite pari a 2 metri quadri, potenziando il ricambio d’aria dei locali”.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.