Liceo artistico, cosa si studia?


Liceo artistico




Dopo le scuole medie, un indirizzo che lo studente potrà scegliere è quello del liceo artistico. È un percorso di studi a base umanistica che permetterà, dopo il diploma, di frequentare oltre che l’università, anche di iscriversi all’alta formazione artistica, musicale e coreutica. Una scelta fondamentale per i ragazzi appena usciti dalle scuole medie.

Liceo artistico, gli obiettivi specifici

Questa scuola ha degli obiettivi specifici ovvero quelli di far sviluppare agli studenti delle capacità creative e di progettualità artistica, studiando la pittura e la scultura, il design e facendone pratica. Le materie che si studiano sono comuni nel biennio e poi si potrà scegliere fra sei diversi orientamenti.

In tutti gli orientamenti, nel biennio, oltre alle discipline comuni a tutti i licei (italiano, storia, storia dell’arte, lingua e letteratura straniera, matematica, scienze, scienze motorie), ci sono anche materie come discipline grafiche e pittoriche, discipline geometriche, discipline plastiche e scultoree.

Invece, dal terzo anno in poi, ci saranno discipline per ogni specifico orientamento.

  • Arti figurative: laboratorio di figurazione e discipline pittoriche e/o discipline plastiche e scultoree. È dunque un indirizzo incentrato su scultura e pittura;
  • architettura e ambiente: laboratorio di architettura e discipline progettuali architettura e ambiente. È dunque un indirizzo incentrato su storia dell’architettura, tecniche del disegno e impiego dell’informatica al servizio della progettazione;
  • design: laboratorio di design e discipline progettuali di design. È dunque un indirizzo incentrato a far sviluppare allo studente la capacità di creare, tenendo conto del contesto e della funzionalità di un oggetto;
  • audiovisivo e multimediale: laboratorio audiovisivo e multimediale e discipline audiovisive e multimediali. È dunque un indirizzo incentrato sulla storia e le tecniche dell’arte audiovisiva e multimediale;
  • grafica: laboratorio di grafica e discipline grafiche. È dunque un indirizzo incentrato sulla storia e sulla tecnica delle discipline grafiche legate al mondo della pubblicità e dell’editoria;
  • scenografia: laboratorio di scenografia, discipline geometriche e scenotecnica e discipline progettuali e scenografiche. È dunque un indirizzo incentrato sulle regole e sulle tecniche per allestire gli spazi scenici in campo cinematografico, teatrale o durante gli eventi.





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.