Cassa integrazione, come verificare se la domanda è accettata


Cassa integrazione




Per far fronte alle difficoltà economiche a cui vanno incontro molti lavoratori in questo periodo caratterizzato dall’emergenza Coronavirus, sono state introdotte delle novità per quanto concerne la Cassa integrazione. Questa spetta come sostegno al reddito dei lavoratori la cui attività lavorativa sia stata sospesa o ridotta a causa delle disposizioni emanate per limitare la diffusione del virus.

Cassa integrazione, chi la può richiederev

Il Decreto legge 8 aprile 2020 ha esteso la possibilità di richiedere la Cassa Integrazione Ordinaria a più soggetti e ha eliminato alcuni requisiti necessari per poterne fare richiesta: ad esempio, è stato abolito il pagamento del contributo addizionale ed i limiti normalmente previsti di 52 settimane nel biennio mobile, di 24 mesi nel quinquennio mobile e di 1/3 delle ore lavorabili.

Inoltre, non è richiesto nemmeno che i lavoratori abbiano un’anzianità di 90 giorni di lavoro effettivo ma è importante che risultino dipendenti di un’azienda che richieda la CIG per Covid-19 alla data del 17 marzo 2020. La domanda di Cassa Integrazione può essere fatta attraverso il sito dell’INPS nel periodo che va dal 23 febbraio fino al 31 agosto, per una durata massima di nove settimane.

Le domande potranno essere presentate entro la fine del quarto mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa.




Per quanto riguarda il pagamento, si presume che avverrà fra aprile e maggio: ad ogni modo, per controllare l’importo della Cassa integrazione e la data di accredito, il lavoratore può accedere al sito dell’INPS tramite PIN e andare nella sezione “Prestazione-Pagamenti”.

A questo punto, andando su “Prestazione” potrà visualizzare:

  • l’Agenzia INPS di riferimento;
  • l’importo pagato;
  • la prestazione CIG;
  • la data di disponibilità della somma erogata.

Non vengono accettate le domande di Cassa integrazione presentate con documentazione e/o informazioni incomplete o errate: se così fosse, si potrà procedere con una nuova domanda.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.