Cassa integrazione, il datore di lavoro la può richiedere per tutti i dipendenti?


Cassaintegrazione




La cassa integrazione è un ammortizzatore sociale che spetta ai lavoratori che sono stati sospesi dal lavoro o che lavorano con orario ridotto a causa di difficoltà produttive dell’azienda. In particolare, spetta ad operai, impiegati e quadri mentre sono esclusi i dirigenti e i lavoratori a domicilio.

Cassa integrazione, come si divide

Si distingue fra cassaintegrazione guadagni ordinaria (CIGO) e cassaintegrazione guadagni straordinaria (CIGS).

La prima è rivolta, fra le altre, ad:

  • aziende industriali, di trasporti, estrattive, di installazione di impianti, produzione e distribuzione di energia, acqua e gas
  • cooperative agricole, zootecniche e loro consorzi
  • imprese addette al noleggio e alla distribuzione dei film
  • aziende industriali ed artigiane dell’edilizia e del settore lapideo

E tutte le altre indicate dal decreto legislativo 148/2015, che sospendono o riducono l’attività aziendale a causa di eventi temporanei e transitori. La durata è di 13 settimane più eventuali proroghe fino a 12 mesi (in determinate aree territoriali può essere estesa a 24 mesi).




In questo caso sono i datori di lavoro ad anticipare il trattamento di integrazione salariale ai lavoratori. La cassa integrazione guadagni straordinaria, invece, viene autorizzata dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Per quanto riguarda il pagamento

Per quanto riguarda il pagamento, vi provvede sempre l’INPS ma solo dopo che il Ministero ha autorizzato l’integrazione salariale con proprio decreto. La cassaintegrazione straordinaria può essere richiesta quando la sospensione dell’attività produttiva avviene per eventi straordinari (come  ristrutturazione, riorganizzazione e riconversione aziendale, crisi aziendale di particolare rilevanza sociale o in caso di procedure concorsuali).

È destinata solo ad aziende con più di 15 dipendenti appartenenti ai seguenti settori:

  • industriali ed edili
  • dell’artigianato
  • dei servizi di mensa e ristorazione
  • delle cooperative agricole

Ma anche ad imprese:

  • commerciali con più di 200 dipendenti
  • editrici di giornali , senza limite dei 15 dipendenti
  • di spedizioni e trasporto e agenzie di viaggi e turismo, con più di 50 dipendenti.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.