Cassa integrazione, si può fare un lavoro occasionale? 


Cassa integrazione




Finire in cassa integrazione è per un lavoratore un evento traumatico. Per questo potrebbe voler iniziare a svolgere un altro lavoro in attesa di riprendere la propria occupazione.

Il lavoratore che si trova in cassa integrazione

Va detto che il lavoratore che si trova in cassa integrazione e trova un’altra occupazione per la quale lavora senza regolare contratto di assunzione e senza effettuare le comunicazioni previste dalla legge durante i periodi di sospensione dal lavoro per intervento della cassa integrazione guadagni, può essere passabile di sanzioni (e anche il datore di lavoro lo sarà).

Il lavoratore che svolge attività di lavoro autonomo o subordinato durante il periodo di cassa integrazione non ha diritto al trattamento per le giornate di lavoro effettuate.

Inoltre decade dal diritto a percepire il sostegno previsto dalla cassa integrazione nel caso in cui non abbia dato preventiva comunicazione alla sede provinciale dell’INPS dello svolgimento dell’attività.




Ma si può svolgere un lavoro occasionale quando si è in cassa integrazione?

Innanzitutto bisogna distinguere fra due tipologie di prestazioni occasionali non di tipo accessorio:

  • prestazioni coordinate e continuative di breve durata (mini co.co.co) cioè quelle che, nello stesso anno solare e con lo stesso committente, hanno una durata complessiva non superiore a 30 giorni e prevedono un compenso totale non superiore a 5000 euro
  • lavoro autonomo occasionale, vale a dire che il lavoratore si obbliga a compiere un’opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio, senza vincolo di subordinazione e senza alcun coordinamento con il committente

Fra la cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga) e questo genere di attività c’è compatibilità e cumulabilità parziale, vale a dire che durante il periodo di cassa integrazione il lavoratore può svolgere prestazioni di lavoro occasionale di entrambi i tipi ma deve darne preventiva comunicazione all’INPS.

Il pagamento dell’indennità della cassa integrazione verrà sospeso per il periodo di lavoro.

Se, invece, il lavoro occasionale viene svolto senza comunicarlo all’INPS, il lavoratore perderà il diritto alla cassa integrazione.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.