Lavoro e università, un sottobosco pagato spesso in nero


Lavoro e università




Durante il periodo dell’università, spesso, molti studenti universitari decidono di portare avanti, oltre allo studio, anche il lavoro. Il lavoro in contemporanea con lo studio può sembrare un’impresa ardua ma con la giusta organizzazione si riesce a raggiungere il traguardo della laurea e ad acquisire la propria indipendenza economica senza gravare sulle proprie famiglie.

Lavoro e università, come regolarizzare

Fra i lavori più gettonati dagli studenti universitari ci sono quello da cameriere o da barista ma anche da commesso o da baby sitter. In molti, poi, danno ripetizioni private a bambini o a colleghi universitari. Insomma, sempre più studenti decidono di darsi da fare nel mondo del lavoro ma spesso, purtroppo, dietro questo mondo si nasconde un sottobosco pagato spesso in nero.

Molto spesso, infatti, questi lavoratori non vengono assunti con regolare contratto e da ciò consegue che, molti dei diritti che spetterebbero agli studenti lavoratori, in realtà, non possono spettare loro poiché non regolarmente assunti. Infatti, la Corte di Cassazione ha previsto che “lo studente lavoratore deve essere agevolato nella possibilità di frequentare i corsi e di prepararsi e di sostenere gli esami nel caso in cui questo dovesse essere iscritto all’università.

Dunque, per gli studenti universitari che lavorino regolarmente c’è il diritto di poter svolgere il proprio lavoro su turni che rendano compatibile lo svolgimento della propria attività lavorativa con la frequenza alle lezioni e il sostenimento degli esami. Un altro diritto è quello ai permessi retribuiti con cui lo studente può sostenere gli esami.




Tuttavia, come detto, questi diritti non spettano agli studenti che lavorano in nero. Al datore di lavoro che assume in nero, invece, spettano delle sanzioni fissate dalla legge 248 del 2006: è prevista una sanzione pecuniaria che va da 1500 a 12000 euro più una maggiorazione di 150 euro per ogni effettiva giornata di lavoro irregolare.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.