Hostess per eventi, quale contratto utilizzare


hostess




Quella delle hostess per eventi è una figura sempre più richiesta per supportare gli organizzatori di un evento nelle fasi di allestimento e di svolgimento di una fiera, un meeting o un evento in genere. Quale contratto bisogna utilizzare quando si assume una hostess per un evento?

In generale, il lavoro svolto dalle hostess per eventi può essere subordinato e occasionale oppure abituale e continuativo. Nel primo caso, quando c’è occasionalità, si tratta di un’attività che ha una durata non superiore a 30 giorni con lo stesso committente in un anno.

L’utilizzo dei voucher per pagare le hostess per eventi

Inoltre, non vi è alcun rapporto di subordinazione o coordinamento con il committente. In questo caso, come forma di pagamento viene utilizzata quella dei voucher (cartacei o online).




I limiti nell’utilizzo dei voucher sono questi:

  • il datore dell’evento non può pagare una stessa persona di un importo superiore a duemila euro netti;
  • la hostess per eventi non può ricevere denaro, sommandolo fra i diversi datori di lavoro, per una cifra superiore ai 7000 euro.

Nel caso in cui, invece, ci sia abitualità e continuatività, l’attività di hostess di eventi si configura come lavoro autonomo. In questo caso, diventa obbligatorio procedere all’apertura della partita IVA, a prescindere dal volume dei compensi ottenuti. A proposito del regime fiscale da scegliere, il più conveniente è il regime forfettario (i ricavi non possono, però, superare i 30000 euro annui).

Gli altri vantaggi di questo regime sono:

  • esenzione dall’IVA (questo consente di essere più competitivi rispetto ad altri professionisti che non beneficiano di questo regime fiscale);
  • esenzione dalla ritenuta di acconto (obbligatoria, invece, nel caso di prestazione occasionale);
  • tassazione più bassa (negli altri regimi, la tassazione va a scaglioni dal 23 al 43%).

Infatti, sul reddito di colui che beneficia del regime fiscale forfettario, viene applicata un’imposta sostitutiva del 15% (per i primi 5 anni di attività può ridursi fino al 5%).




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.