Lavoro estivo per minorenni da quale età si può assumere


Lavoro estivo per minorenni da quale età si può assumere




Quando gli studenti cercano un  lavoro estivo per cercare di mettere da parte un po’ di soldi oppure per imparare delle attività, molto spesso sorge il problema dell’età. Il lavoro estivo per minorenni è disciplinato  da alcune normative, ed è bene tenere conto di una serie di problematiche nel caso non si rispettino. Solitamente per i ragazzi che non hanno ancora 18 anni, l’azienda può assumere purché ci siano determinate condizioni.

È possibile avvalersi del lavoro di minorenni purché siano sopra i 15 anni ma questo tipo di scelta può essere fatta per dei contratti non a tempo indeterminato. Infatti, i ragazzi al di sopra dei 15 anni possono essere assunti come stagionali oppure attraverso l’erogazione di buoni lavoro, i cosiddetti voucher che sono stati sostituiti da altri dispositivi normativi. L’ammissione al lavoro è quella che è immediatamente successiva all’iscrizione obbligatoria, ovvero un minorenne può essere assunto anche come stagionale, ma non deve avere mai meno di 15 anni.

Le regole necessarie per assumere un minorenne

Per assumere un minorenne per un lavoretto estivo è opportuno tener presente tutta una serie di
adempimenti normativi. Nello specifico bisogna innanzitutto, valutare i rischi specifici per minori ed
inoltre, la copia del contratto deve essere sempre sottoposto ai genitori. Sarà opportuno inoltre,
svolgere una visita medica propedeutica all’assunzione che è a carico del datore di lavoro e va ripetuta
ogni anno in modo tale da garantire idoneità parziale temporanea o totale alle attività da intraprendere.

Inoltre, ogni tipo di attività svolta da minorenne deve essere controllata e vagliata dai genitori. Ci sono
alcuni lavori che invece sono vietati ai minorenni come quelli che espongono i ragazzi a un rumore
superiore che 87 decibel, oppure quelli che prevedono il trasporto di carichi per più di 4 ore al giorno.




E’ anche opportuno che i minorenni non entrino in contatto con sostanze tossiche esplosive, nocive, cancerogene, corrosive ed è impossibile per i minorenni svolgere lavori nelle macellerie, contatto con le saldatrici, con martelli pneumatici o altri attrezzi simili, non possono essere pagati a cottimo o lavorare su navi in costruzione su cantieri edili, nell’ambito dell’abbattimento degli alberi e non possono lavorare in cisterne, pozzi, cave o miniere. Anche per i minori vale l’orario massimo di lavoro di 8 ore giornaliere per 40 settimanali con  lo straordinario vietato


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.