Assegni familiari: come vanno richiesti gli arretrati


Assegni familiari: come vanno richiesti gli arretrati




Prima di tutto capiamo che cos’è l’assegno familiare, questo sussidio  è un aiuto economico che il datore di lavoro, tramite l’INPS, eroga a favore di una famiglia in evidenti difficoltà economiche. Ogni mese, nella sua busta paga, il lavoratore avrà modo di percepire un aiuto in più che possa permettergli di vivere in modo più tranquillo e sostenere la sua famiglia. Vi sono anche altre situazioni particolari, in cui l’assegno è erogato direttamente dall’INPS, come nel caso di pensioni o di ammortizzatori sociali.

A chi devo rivolgermi per richiedere gli arretrati?

Per ottenere gli assegni familiari, dovete fare domanda al vostro datore di lavoro; tuttavia, a volte è necessaria l’approvazione dell’INPS. Capita anche che, purtroppo, vi siano dei mesi in cui l’assegno familiare tarda ad arrivare. Qui di seguito approfondiremo i casi in cui è possibile fare richiesta per gli arretrati. Badate bene: esiste anche il diritto agli arretrati nonostante non ne abbiate mai fatto richiesta, semplicemente perché non sapevate che potevate farlo.

Dovrete richiedere gli assegni arretrati al vostro datore di lavoro, che lo farà presente all’INPS. In alcuni casi, potrete fare direttamente richiesta all’INPS per ricevere i vostri arretrati; è questo il caso degli assegni sulla disoccupazione, sulla pensione o su integrazioni salariali.

Per fare richiesta e ottenere così i vostri arretrati, attenzione, non dovete fare trascorrere cinque anni, perché essi cadranno in prescrizione.




Come posso scoprire la cifra totale che mi spetta?

Quando andrete dal vostro datore di lavoro, compilerete il modulo SR 16 ANF/DIP. Nel modulo riporterete la vostra situazione familiare, i componenti del vostro nucleo familiare e la fascia di reddito annua che percepite.

Esistono anche altri modi per richiedere gli arretrati, come accedere al portale web dell’INPS, contattare il loro Call Center, tramite il numero verde 803.164 da rete fissa, o andare al Patronato.

Per fare un calcolo su quanto vi spetta di arretrati, dovrete consultare la tabella ANF.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.