Come diventare agricoltore


Come




Sono tanti i giovani (e anche i meno giovani) che, amando il contatto con la terra e la natura, decidono di diventare agricoltori.

La figura dell’agricoltore

La figura dell’agricoltore non è soltanto colui che si occupa di lavorare manualmente la terra (bracciante o lavoratore giornaliero di campagna) ma anche un lavoratore autonomo titolare di un’azienda agricola (imprenditore agricolo o coltivatore diretto).

L’agricoltore inteso come titolare di un’azienda agricola è un vero e proprio imprenditore che deve avere competenze tecniche e manageriali (relative, ad esempio, alla gestione di un’azienda, del personale, delle vendite e degli acquisti).

Può essere consigliabile seguire un corso di studi in agraria oppure acquisire competenze economiche seguendo un percorso di studi in economia o comunque informandosi su quanto attiene la gestione di un’azienda.




Un imprenditore agricolo

Un imprenditore agricolo, infatti, deve possedere un diploma o certificato ottenuto tramite corsi regionali o una laurea agraria, oppure esercitare un’attività agricola da almeno 3 anni.

Chi decide di diventare agricoltore e fondare un’azienda agricola, deve sapere comunque che si tratta di una vita faticosa con una giornata lavorativa che può essere anche piuttosto lunga, soprattutto in estate.

La passione, la costanza e la dedizione sono importantissimi per avere successo.

Per quanto riguarda la burocrazia, invece, la prima cosa da fare è aprire la Partita IVA agricola e poi iscrivere l’azienda alla Camera di commercio nel Registro delle imprese, sezione Agricoltura.

Infine, aprire una posizione all’INPS.

In ogni caso, può essere prezioso l’aiuto di un consulente agrario o di un commercialista.

Quello che conta, comunque, quando si decide di diventare agricoltori, è:

  • avere un’idea, un progetto che si vuole avviare (ad esempio avere chiari i settori in cui si vuole operare, come colture e/o l’allevamento)
  • saper analizzare il settore anche dal punto di vista del territorio e dei potenziali concorrenti
  • confrontarsi con chi ha già un’impresa
  • ricercare le fonti di finanziamento (pubbliche o private) e presentare il proprio progetto (business plan).



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.