Osteopata, arriva il decreto dopo l’ok del CDM


Osteopata




È da diversi anni che si è imposta la figura lavorativa dell’osteopata, un professionista che ha svolto però la sua professione sempre in mancanza di percorsi formalizzati dalle istituzioni sanitarie.

Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome

È di qualche giorno fa, però, la notizia che il Consiglio dei Ministri ha approvato il recepimento dell’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per l’istituzione della nuova professione sanitaria di osteopatia.

Sulla questione, si è espresso con queste parole il ministro della Salute Roberto Speranza: “È un momento importante per tanti professionisti e per quei cittadini che hanno bisogno delle loro prestazioni”.

L’iter per il riconoscimento dell’osteopatia come professione sanitaria era partito nel 2018 con il Ddl Lorenzin, cui era poi seguito nel 2020 l’Accordo in Stato-Regioni sul profilo sanitario.




L’osteopatia entra così nella medicina ufficiale praticata a livello professionale.

Nell’accordo sulla professione di osteopata viene descritta:

  • la figura e il profilo del professionista
  • gli ambiti di attività e competenza
  • il contesto operativo

Con tutto ciò che concerne le attività di valutazione, le modalità operative del trattamento osteopatico e le strutture dove si svolge l’attività professionale.

Per l’operatività, il comunicato precisa che il provvedimento sarà adottato con decreto del Presidente della Repubblica e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

In un successivo accordo, da stipularsi in Conferenza Stato Regioni, verrano stabiliti:

  • la determinazione dei criteri di valutazione dell’esperienza professionale
  • i criteri per il riconoscimento dell’equipollenza dei titoli pregressi rispetto alla laurea in osteopatia che verrà istituita

L’istituzione del corso di laurea in osteopatia non è una bella notizia solo per quanti vogliano intraprendere questo percorso ma anche dal punto di vista fiscale: infatti, le prestazioni rese dall’osteopata potranno essere detratte in dichiarazione dei redditi insieme alle spese mediche e le prestazioni effettuate da altri professionisti sanitari.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.