Pagamento NASPI 2019. come controllare lo stato pagamento


Pagamento NASPI 2019. come controllare lo stato pagamento




Il pagamento  NASPI 2019 è un’indennità di disoccupazione che spetta ai lavoratori che abbiano perso il lavoro involontariamente e che abbiano questi requisiti:

  • abbiano, appunto, perso il lavoro per cause non imputabili a loro;
  • maturato 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti alla disoccupazione;
  • svolto 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti alla disoccupazione.

I requisiti necessari per lo stato di disoccupazione.

A proposito di questa indennità, una novità è quella giunta con un messaggio dell’INPS del 28 dicembre 2018: si fa riferimento a una nuova funzione accessibile con app mobile sul proprio dispositivo. Questa funzione permette di consultare lo stato della domanda e quindi lo stato del pagamento.

Nello specifico, si parla di “esiti domande NASPI”, una funzione che consentirà all’utente che abbia le credenziali per fare l’accesso di avere informazioni ed aggiornamenti sullo stato della propria domanda. La novità sta proprio nel poter avere queste informazioni in maniera più comoda e accessibile attraverso il proprio dispositivo mobile grazie alla nuova funzionalità della app. Basterà semplicemente accedere alla app con il proprio PIN o l’identità digitale SPID e si avranno immediatamente informazioni sulla propria domanda e sullo stato del pagamento dal proprio smartphone o tablet.

In particolare, per ogni domanda NASPI presentata dal cittadino, si potranno visionare:

  • il prospetto di calcolo della prestazione e i dati relativi ai pagamenti della prestazione disposta in suo favore;
  • la lista dei documenti richiesti (nel caso di richieste di istruttoria);
  • le cause (eventuali) che abbiano determinato il rifiuto della domanda.

Un altro modo con cui l’utente può saperne di più sull’avanzamento della propria domanda di NASPI, è quello di accedere al portale dell’INPS nella sezione “Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego” (NASPI) e poi in “Consultazione domande”.




Questo accesso si può fare anche tramite il proprio CAF.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.