Rivedibilità 104: le patologie esenti dalla visita di revisione


Rivedibilità 104: le patologie esenti dalla visita di revisione




Con il termine rivedibilità inerente alla legge 104, si intende che l’accertamento, ovvero la visita di controllo per la revisione per confermare la legge 104 attribuita la soggetto chiarisca se il soggetto stesso può continuare a fruire dei benefici concessi.

Se si desidera continuare ad utilizzare questa tipologia di legge, bisognerà obbligatoriamente richiedere la visita di controllo presso l’ASL di appartenenza. Questo termine è scritto sul verbale di invalidità ricevuto dopo l’attribuzione della legge 104. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le patologie che non richiedono la Rivedibilità.

Rivedibilità 104: Le patologie esenti dalla visita di rivisione

Da come anticipato precedentemente, lo stato di disabilità deve essere obbligatoriamente documentato con una certificazione rilasciata dalla commissione medica dell’A.S.L. All’interno di questa certificazione è presente il termine Rivedibilità, ossia l’obbligo o meno di presentarsi nuovamente a visita di controllo per riconfermare la propria invalidità.

La legge italiana però stabilisce che non tutte le patologie sono obbligate a presentarsi ogni tot di anni a visite di controllo e riconferma della propria invalidità per l’attribuzione della legge 104.




Infatti, tramite il DM 2/7/2007 è possibilr illustrare le patologie esenti della visita di rivsione. Qui di seguito elenchiamo quali sono queste patologie:

  • Insufficienza cardiaca in IV classe NHYA refrattaria a terapia;
  • Insufficienza resporatoria in trattamento continuo di ossigenoterapia o ventilazione meccanica;
  • Perdita anatomica o funzionale bilaterale degli arti superiori e/o degli arti inferiori;
  • Menomazioni dell’apparato
  • con peridite gravi di limitazioni funzionali;
  • Epatopatie;
  • Patologia oncologica;
  • Atrofia muscolare progressiva;
  • Atassie o Afasie;
  • Assenza di udito;
  • cecità totale;
  • Patologie mentali dell’età evolutiva e adulta con gravi deficit neuropsichici.
  • Patologie Cromosomiche, genetiche, congenite




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.