Contratto di lavoro categoria protetta: che cos’è e come funziona


Contratto di lavoro categoria protetta: che cos'è e come funziona




Il contratto di lavoro categoria protetta è quella tipologia di contratto che viene emesso per l’assunzione di un soggetto che è iscritto in una categoria protetta come ad esempio chi usufruisce della legge 104. Secondo la legge italiana, tutte le aziende sono obbligate ad assumere un soggetto appartenente alla categoria protetta.
Ma vediamo nel dettaglio come funziona questa tipologia di contratto e quali sono i vantaggi e gli svantaggi.

Contratto di lavoro categoria protetta: Le caratteritiche

Come già anticipato, il contratto di lavoro categoria protetta è un contratto che le aziende possono stipulare con i soggetti che appartengono ad una categoria particolare.

Rientrano in questa tipologia di contratto tutti i soggetti che sono considerati invialidi civili e invalidi del lavoro. Sono considerati invalidi civili coloro che hanno un’invalidità pari oppure superiore al 46%. Mentre vengono definiti invalidi del lavoro i soggetti che hanno un’invalidità pari oppure superiore al 34%.

Inoltre, la legge italiana prevede anche altre tipologie di disabili. Infatti, le aziende possono stipulare questa tipologia di contratto anche a soggetti che hanno un residuo visivo non superiore  a 1/10, i non udenti oppure gli invalidi di guerra.




Per poter essere assunti con questa tipologia di contratto, il lavoroatore appartenete alla categoria protteta,
ossia in una delle categorie precedentemente elencate, dovrà essere dissocupato e dovrà presentare una documentazione rilasciata dall’INPS,
che attesti la reale invalidità.

Contratto di lavoro categoria protetta: I vantaggi

Uno dei vantaggi di questa tipologia di contratto di lavoro categoria protetta è quello che,
le aziende sono obbligate per legge, ad assumere all’interno del loro organico una determinata quota di soggetti  appartenenti alla categoria protetta.

In particolare:

  • Società da 15 a 35 dipendenti dovranno assumere almeno una categoria protetta;
  • Da 36 a 50 dipendenti bisogna assumere almeno due soggetti appartenti alla categoria protetta;
  • Più di 50 dipendenti il 7% dei loro posti di lavoro disponibili.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.