Legge 104 quale grado di parentela occorre per richiederla?





Poter usufruire delle tante agevolazioni previste dalla legge 104 in alcuni casi può essere determinante. La normativa, introdotta nel febbraio del 1992, disciplina i permessi, il congedo straordinario, gli sgravi fiscali, l’indennità di accompagnamento, le pensioni di invalidità, gli assegni di invalidità e la pensione anticipata. Chiaramente è bene aver chiaro sin da subito i diritti e i doveri di chi usufruisce della legge 104, questo per evitare problematiche.

Legge 104 richiesta: ecco come fare

Il primo passaggio per la legge 104 richiesta è quello di richiedere un certificato medico dal quale emerga l’esistenza di un handicap al proprio medico curante. In questo deve essere indicata anche la sussistenza d’invalidità e l’eventuale non autosufficienza e possono essere specificate anche altre eventuali patologie, come cecità e sordità. Per presentare correttamente la legge 104 richiesta è necessario che l’interessato, entro 30 giorni dal rilascio del certificato, presenti la domanda all’Inps per il riconoscimento dell’handicap.

Legge 104 permessi

Una volta accertata la situazione di gravità dovuta dall’handicap è possibile usufruire di una serie di agevolazioni: permessi lavorativi retribuiti, per sé stesso o per i familiari che lo assistono, pari a 3 giorni al mese. Proprio per quanto concerne questo aspetto della legge 104 Inps si è espresso il Ministero del Lavoro specificando che sono legittimati a fruire dei permessi per l’assistenza a persona in situazione di gravità il coniuge e il parente o affine entro il secondo grado. Nel caso  in cui i genitori o il coniuge della persona da assistere abbiano compiuto i 65 anni di età, siano affetti da patologie invalidanti, siano deceduti o mancanti, la fruizione dei permessi è possibile da parte di un parente o affine entro il terzo grado.

La legge 104 prevede altri tipi di supporto ai beneficiari tra i quali: Il rifiuto al trasferimento e al lavoro notturno, la priorità di scelta nella sede, se dipendente pubblico,  il congedo straordinario retribuito o il pensionamento anticipato se vi sono le condizioni e viene richiesto.




Il grado di parentela

Questo è un punto importante che spesso non viene valutato dall’interessato, la legge dice che per richiedere la legge 104 per assistenza si debba essere parenti entro il secondo grado, il alcune rare eccezione anche il terzo. Per capire cosa si intende per grado di parentela è bene sapere che sono parenti di secondo grado:

  • genitori
  • figli
  • fratelli e sorelle
  • nonni e nonne

l’affinità sono invece quelli acquisiti  come

  • coniuge
  • suoceri
  • genero
  • cognati

I parenti di terzo grado invece sono:

  • nipoti
  • zii
  • bisnipoti
  • bisnonni

in questo caso gli affini sono gli zii del conigue.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.