Sussidio di disoccupazione 2018 come presentare la domanda


Sussidio di disoccupazione 2018 come presentare la domanda




Il sussidio di disoccupazione o Naspi 2018 è l’indennità che ha preso il posto della vecchia disoccupazione da quando è stato introdotto il jobs act. Per accedervi è fondamentale presentare domanda Naspi 2018 che dovrà essere inviata in via telematica online tramite la sezione dedicata sul portale online dell’Inps.
Durante la compilazione sarà necessario fornire una serie di documentazioni per far si che la domanda stessa venga accolta oppure no, sarà quindi fondamentale prima di tutto controllare a chi spetta il sussidio di disoccupazione 2018.

Sussidio di disoccupazione, la domanda da fare e i documenti necessari

Come abbiamo detto per la domanda per il sussidio di disoccupazione 2018 dovrà essere presentata sul portale dell’Inps, quindi la domanda sarà telematica.
Ricordiamo che c’è la possibilità di ricevere in un’unica soluzione la somma della Naspi 2018 nel caso si voglia intraprendere un’attività in proprio.
Per fare domanda, dopo aver controllato che si abbiano i giusti requisiti e si rientri nelle specifiche categorie previste dalla legge, sarà possibile collegarsi al sito dell’Inps tramite pin online e andare nella sezione dedicata e compilare il modulo presente, oppure si potrà andare ad un patronato che provvederà ad offrire assistenza gratuita oppure tramite il contact center multicanale Inps Inail chiamando il numero 803164 o lo 06164164.

Inoltre è fondamentale che il richiedente sia iscritto ad un centro per l’impiego di zona. Questa operazione è molto semplice e permette di accedere alla domanda di disoccupazione 2018. Per iscriversi occorre presentarsi con un documento d’identità, una copia del contratto di lavoro e per i disoccupati stranieri il permesso di soggiorno e l’indirizzo abitativo.

Entro quanto va fatta domanda?

Molto importante è la tempistica per effettuare la domanda Naspi 2018, infatti sono previsti
sessantotto giorni di tempo per essere valida, 68 giorni che decorrono: dalla data di cessazione
dell’ultimo lavoro, dalla data di cessazione del periodo di maternità se sia avvenuto nel corso del
rapporto lavorativo, dal periodo di malattia o infortunio avvenuto durante il rapporto lavorativo, dalla
data di definizione della vertenza,  dalla data di fine del periodo corrispondente all’indennità di mancato
preavviso ragguagliato a giornate, dal trentesimo giorno successivo alla data di cessazione per
licenziamento per giusta causa.






Загрузка...

1 Trackback / Pingback

  1. Domanda di disoccupazione 2018 tutte le novità di quest'anno

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.