Anticipo TFR, come si chiede


Anticipo




In certe circostanze e per determinati motivi, i lavoratori dipendenti possono richiedere l’anticipo del TFR, vale a dire la liquidazione anticipata del trattamento di fine rapporto, prima che cessi il rapporto di lavoro.

Affinché possa fare richiesta di anticipo TFR, è necessario che sussistano dei requisiti:

  • il lavoratore deve essere assunto in azienda da almeno 8 anni
  • Il lavoratore non deve aver richiesto già l’anticipo TFR (dato che può richiederlo una sola volta)

Inoltre, il lavoratore percepirà al massimo il 70% del trattamento maturato (la restante parte del TFR verrà liquidata alla fine del rapporto di lavoro).

È necessario poi che la richiesta sia motivata da alcune contingenti giustificazioni.

È l’articolo 2120 del Codice Civile a definire le motivazioni che devono sussistere affinché il lavoratore possa richiedere l’anticipo TFR e cioè che ci siano da sostenere:




  • eventuali spese sanitarie per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche
  • spese di acquisto della prima casa di abitazione per se’ o per i figli, documentato con atto notarile
  • spese durante i periodi di fruizione dei congedi

Detto questo, come si chiede l’anticipo TFR?

Il lavoratore dipendente che sia in possesso di tutti i requisiti necessari per richiedere l’anticipo TFR, deve farne richiesta scritta al datore di lavoro, compilando l’apposito modello.

A questo modello deve allegare una copia di un documento d’identità in corso di validità oltre che tutti i documenti che attestino la motivazione per cui viene richiesta la liquidazione anticipata del TFR (ad esempio l’atto notarile per l’acquisto della casa oppure i documenti rilasciati da una struttura sanitaria pubblica che attestino le spese mediche da sostenere).

A questo punto il datore di lavoro farà sottoscrivere al dipendente una dichiarazione liberatoria con la quale il dipendente conferma di aver ricevuto una parte del TFR.

L’importo del TFR liquidato anticipatamente è soggetto a tassazione.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.