Alternanza scuola lavoro, chi la organizza


Alternanza




Alternanza scuola lavoro nasce con lo scopo di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti. Si tratta di una modalità didattica innovativa che mira ad offrire nuove occasioni formative agli studenti e nuove competenze ed esperienze che possano servire anche in futuro nel mondo del lavoro.

Per quanto riguarda la durata, negli istituti tecnici e professionali, devono essere svolte almeno 400 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi.

Nei licei, invece, la durata deve essere di almeno 200 ore nel triennio.

Le strutture che possono ospitare esperienze di Alternanza scuola lavoro sono:

  • Imprese e rispettive associazioni di rappresentanza
  • Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura
  • Enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore
  • Ordini professionali
  • Musei e altri istituti pubblici e privati operanti nei settori del patrimonio e delle attività culturali, artistiche e musicali
  • Enti che svolgono attività afferenti al patrimonio ambientale
  • Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI

Queste strutture devono, fra le altre cose, iscriversi al Registro nazionale per l’Alternanza scuola lavoro indicando:




  • il numero massimo di studenti che si è disposti ad ospitare
  • i periodi dell’anno scolastico in cui svolgere l’attività
  • le collaborazioni con altri operatori, ovvero quei soggetti (enti, associazioni, camere di commercio, scuole, enti di formazione ecc.) con cui sono stati attivati percorsi di Alternanza
  • quale sarà l’attività da svolgere
  • le figure professionali richieste
  • dove si svolgerà l’attività (indirizzo completo)
  • i contatti
  • tutte le altre eventuali ulteriori informazioni ritenute utili alle istituzioni scolastiche

Sarà poi il dirigente scolastico dell’istituzione scolastica a scegliere le strutture ospitanti per il percorso Alternanza scuola lavoro per i propri studenti e stipulare con loro le opportune convenzioni, ponendo particolare attenzione alle attività da svolgersi durante l’esperienza di lavoro, alle norme e alle regole da osservare, agli obblighi assicurativi, alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

A fine anno il dirigente scolastico redigerà una scheda di valutazione delle strutture con le quali sono state stipulate convenzioni.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.