Infortunio in smart working, si deve mandare il certificato? 


Infortunio




Ormai è da un anno che si sente parlare di smart working, una modalità di lavoro agile che implica che il lavoratore possa svolgere la propria attività lavorativa al di fuori dei locali aziendali, ad esempio da casa propria.

Svolgere il proprio lavoro in smart working

Svolgere il proprio lavoro in smart working significa svolgerlo a tutti gli effetti come se si stesse in ufficio, con tutti i rischi connessi, quindi eventuali infortuni che possono verificarsi.

Per questo motivo il datore di lavoro deve rendere note a chi lavora da casa le regole e le misure di prevenzione a cui attenersi nelle ore di lavoro.

Di conseguenza, il lavoratore deve osservare queste prescrizioni per non mettere a rischio la propria incolumità quando lavora in smart working.




Cosa prevede l’INAIL per gestire l’infortunio

L’Inail prevede una copertura per i lavoratori in smart working nel caso di questo tipo di infortuni:

  • sul luogo di lavoro (quelli che avvengono nella propria casa o in un altro luogo in cui si svolge la propria attività in smart working, che deve essere comunicato preventivamente al proprio datore di lavoro)
  • in itinere (quelli che si verificano per andare dalla propria casa nel luogo in cui si lavora in smart working, ad esempio in biblioteca)

Qualora si verifichi un infortunio, il lavoratore dovrà per prima cosa andare in ospedale a farsi visitare.

Quindi, ottenuto il certificato medico che attesti che l’infortunio è accaduto per causa violenta in occasione di lavoro, dovrà consegnarlo al datore di lavoro.

Va detto che tale comunicazione può essere fatta solo nel caso in cui l’infortunio comporti un’assenza dal lavoro pari almeno ad un giorno (escluso quello dell’infortunio) e fino ad un massimo di tre.

Entro 48 ore dal momento in cui riceve il certificato medico, il datore di lavoro potrà denunciare l’infortunio all’INAL: a partire dal 3 febbraio 2021 la comunicazione può essere fatta online anche per i lavoratori in smart working.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.