Tragitto casa-lavoro, cosa succede se abbiamo un incidente


Tragitto casa-lavoro




L’incidente che si verifica nel tragitto casa-lavoro si chiama “infortunio in itinere”. Nello specifico, si verifica nel percorso:

  • di andata e ritorno dall’abitazione al luogo di lavoro;
  • che collega due luoghi di lavoro (nel caso in cui il lavoratore abbia più rapporti);
  • di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello in cui il lavoratore consuma abitualmente i pasti (qualora manchi il servizio mensa).

Una volta che l’infortunio si è verificato

Una volta che l’infortunio si è verificato, il lavoratore deve immediatamente informare il datore di lavoro dell’accaduto, infatti, per i giorni antecedenti alla mancata comunicazione di suddetto infortunio, viene meno il diritto alla copertura assicurativa INAIL.

L’infortunato dovrà anche sottoporsi a visita medica presso la struttura sanitaria competente (pronto soccorso o ambulatorio medico) e fornire al datore di lavoro, il certificato medico di infortunio. Se subentra la copertura assicurativa INAIL, il lavoratore infortunato dovrà sottoporsi alle cure mediche e chirurgiche prescritte dall’INAIL e rendersi reperibile alle visite di controllo, se previste dal contratto collettivo.

D’altra parte, il datore di lavoro deve inoltrare la richiesta in via telematica all’INAIL

D’altra parte, il datore di lavoro, una volta ricevuta la comunicazione dal lavoratore infortunato, deve inoltrarla in via telematica all’INAIL rispettando le tempistiche previste: entro 48 ore dalla ricezione del certificato in caso di assenza dal lavoro di almeno un giorno (escluso quello dell’evento) e fino a tre. Un altro documento da trasmettere all’INAIL è la denuncia d’infortunio per gli eventi con prognosi superiore ai tre giorni (escluso quello dell’evento): entro due giorni da quando il datore ne ha avuto notizia o 24 ore in caso di morte o pericolo di morte.




Questo documento contiene tutti i dati anagrafici delle parti oltre che informazioni relative al rapporto di lavoro. La denuncia d’infortunio assolve anche all’obbligo di comunicazione degli eventi con prognosi superiore ai 30 giorni o mortali all’autorità locale di pubblica sicurezza del Comune in cui l’evento stesso si è verificato


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.