GDPR, a cosa serve


GDPR




Il GDPR (General Data Protection Regulation) è il regolamento dell’Unione Europea in materia di privacy e trattamento dei dati personali, che si compone di 99 articoli, entrato in vigore il 24 maggio del 2016 e divenuto applicabile il 25 maggio 2018.

Cosa si intende per dati personali

Per dati personali si intendono tutte le informazioni relative a una persona vivente, identificata o identificabile, e che possono riguardare diverse sfere della sua vita sociale e lavorativa (come: nome, cognome, indirizzo di casa…).

I dati personali possono essere, dunque, oggetto di “trattamento” secondo le regole ed entro i limiti stabiliti dal GDPR.

Per trattamento dei dati personali si intende “qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza l’ausilio di processi automatizzati e applicate a dati personali o insiemi di dati personali, come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l’adattamento o la modifica, l’estrazione, la consultazione, l’uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l’interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione”.




Ci sono poi dei dati personali, detti “sensibili”

Ci sono poi dei dati personali, detti “sensibili”, che possono rivelare l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona.

Questi dati, come principio generale, non possono essere trattati e, come tali, devono essere tutelati da un possibile accesso illecito.

È proprio a questo che serve il GDPR: infatti, il titolare del trattamento dei dati personali deve fornire a ciascun interessato un’informativa, contenente tutti i dettagli relativi al trattamento dei dati personali.

Questa informativa può essere formulata in forma scritta (in formato cartaceo o elettronico) o anche in forma orale.

L’importante è che sia concisa, trasparente e soprattutto compilata in un linguaggio semplice a tutti.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.