Operatore sociale: quali studi fare?


Operatore sociale quali studi fare




Dopo aver capito cosa fa un operatore sociale, abbiamo due scelte: seguire gli studi, oppure fare dei corsi specifici. In ogni caso, dobbiamo approfondire varie materie di studio, proprio per essere preparati ad aiutare nel modo migliore le persone. Fare questo lavoro è in parte una vocazione: dobbiamo essere empatici, capire e comprendere i bisogni e le necessità dell’altro. Quali sono gli studi migliori? A partire dal liceo fino alla laurea, ecco il percorso indicato.

Lo studio per diventare operatore sociale: ecco cosa sapere

I corsi per diventare OSA hanno una durata di circa sei mesi. Al termine, farete un esame per dimostrare le vostre competenze. Per chi desidera seguire questo percorso sin dall’adolescenza, consigliamo il Liceo delle Scienze Umane. In seguito, sarà possibile seguire uno dei corsi professionali o specializzarsi con la triennale e il master in un settore specifico, come infanzia, psicologia, contesto sociale.

Durante questi corsi vi saranno consegnati gli strumenti adatti per supportare le persone in base alle loro esigenze. Sono numerosi i corsi che possiamo seguire, come assistenza all’infanzia, ai disabili o agli anziani. Poi, c’è il corso per le assistenze alla dipendenza o per diventare operatore multiculturale.

Decidere una specializzazione non è facile, ma dobbiamo seguire sostanzialmente la nostra vocazione e comprendere come possiamo davvero aiutare le persone.




Il lavoro di operatore sociale: un’aggiunta preziosa

Vi abbiamo parlato degli studi: questa figura professionale è essenziale per la nostra società. In determinati momenti, è indispensabile la presenza dell’operatore sociale, che avrà il compito di reintegrare nella società una persona o aiutarla ad affrontare gli ostacoli.

Un po’ come accade per la professione sanitaria, anche per la professione sociale dobbiamo sentire una certa vocazione. Approfondire gli studi, seguire i corsi specifici con il fine di aiutare gli altri: dobbiamo avere empatia ed essere certi di poter essere un supporto e dare sostegno.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.