Sicurezza sul lavoro, il lavoratore la deve pretendere


Sicurezza sul lavoro, il lavoratore la deve pretendere




Il datore di lavoro deve tutelare l’idoneità psicofisica dei prestatori di lavoro grazie alla legge sulla sicurezza sul lavoro. Infatti, è il soggetto che deve adottare e mantenere in efficienza i presidi antinfortunistici atti a preservare i lavoratori dai rischi connessi alle varie fasi dell’attività lavorativa (secondo quanto prescritto dall’ART.2087 del Codice Civile).

Sicurezza sul lavoro, i lavoratori la devono pretendere

Quindi i soggetti tutelati che devono pretendere la sicurezza sul lavoro sono tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati o autonomi, nonché i soggetti ad essi equiparati, ad esclusione degli addetti ai servizi domestici e familiari. Nel caso di prestatori di lavoro con contratto di somministrazione, gli obblighi di prevenzione e protezione sono a carico dell’utilizzatore: è il somministratore che ha l’obbligo di formare e informare il lavoratore sui rischi tipici connessi allo svolgimento delle mansioni.

Nel caso, invece, di distacco del lavoratore, gli obblighi di prevenzione e protezione sono a carico del
distaccatario mentre il il datore distaccante deve informare e formare il lavoratore sui rischi connessi
allo svolgimento delle mansioni per le quali il lavoratore è distaccato. Nel caso, invece, di lavoratori a
domicilio o portieri di stabili privati, la tutela si applica solo agli obblighi di formazione e informazione,
alle attrezzature di lavoro e alla fornitura di dispositivi di protezione individuali. Infine, per il lavoratore a progetto, la tutela si applica solo sulla prestazione di lavoro e si svolge nei luoghi di lavoro del committente.

Tutela dei posti di lavoro

Per garantire le tutele in ogni ambiente di lavoro, deve esserci una valutazione dei rischi che deve
riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, compresi quelli riguardanti gruppi di
lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro correlato, alle
lavoratrici in stato di gravidanza, alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri paesi.
Gli esiti di questa valutazione vengono formalizzati nel DVR (Documento di Valutazione dei Rischi).




Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.