Congedo parentale come funziona e chi ne usufruisce


Congedo parentale come funziona e chi ne usufruisce




Il congedo parentale è un’indennità che spetta ai genitori e consiste principalmente nella possibilità di assentarsi dal lavoro per un periodo non superiore ad 11 mesi, per accudire il figlio (con un’età massima di 12 anni). Gli 11 mesi in totale – 6 mesi rispettivamente per la madre, 7 mesi per il padre e 11 mesi in totale, se i genitori si assentano in contemporanea – che spettano ad un lavoratore dipendente, (che sia padre o madre di un bambino) possono essere frazionati anche in giorni od in ore.

I beneficiari del congedo parentale non sono, tuttavia, esclusivamente, soggetti assunti con contratto di lavoro dipendente: nel caso in cui si sia lavoratori parasubordinati, infatti, si potrà usufruire di un congedo parentale di 3 mesi entro il primo anno di vita del bambino. E per quanto riguarda il funzionamento del congedo parentale per i lavoratori autonomi? Le lavoratrici “in proprio” potranno usufruire di 3 mesi di congedo parentale mentre i padri lavoratori autonomi non beneficeranno dello stesso diritto.

Congedo parentale, c’è la riduzione dello stipendio

Il congedo parentale prevede anche una sostanziale riduzione dello stipendio: nel caso di “madre che
lavora” e che ottiene un congedo parentale di 6 mesi, lo stipendio che le spetterà sarà il 30 % della sua
retribuzione originaria. Questo vuol dire che, se in condizioni lavorative normali la madre percepiva uno
stipendio di 1500 euro al mese, adesso – in congedo parentale – ne percepirà 450 (ogni mese). Tuttavia,
un fattore determinante al fine di stabilire l’entità dello stipendio è l’età del bambino: se questa va dagli 8 ai 12 anni, per esempio, la madre non percepirà alcuna retribuzione dal datore di lavoro.

Per quanto riguarda il periodo del congedo parentale, essenzialmente questo ha una durata massima
di 6 mesi (nei casi specificati sopra). L’età del bambino costituisce ancora una volta una discriminante:
oltre i 12 anni di età del figlio, infatti, non si potrà più usufruire dei benefici e dei diritti del congedo
parentale.





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%