Parcheggio aeroporto, che garanzie servono


Parcheggio aeroporto




I parcheggi privati nei pressi degli aeroporti rappresentano, per chi apre questo genere di attività, una importante fonte di guadagno. Sempre più spesso, infatti, coloro che raggiungono gli aeroporti con il proprio mezzo, vogliono avere la certezza di parcheggiarlo e lasciarlo al sicuro durante la propria assenza e, per questo, scelgono i parcheggi privati antistanti gli aeroporti.

Aprire un parcheggio privato

Aprire un parcheggio privato nei pressi dell’aeroporto non è un’attività esente dall’esplicare diverse procedure burocratiche oltre che sostenere degli elevati costi iniziali e di gestione (che verranno però ammortizzati durante pochi anni di attività).

Il primo passo per aprire questa attività è la scelta dei locali: questi devono avere la giusta destinazione d’uso. E’ necessario, infatti, che vengano rilasciati dei certificati che attestino l’opportuna destinazione d’uso dei locali che devono anche soddisfare i requisiti tecnici ed igienico-sanitari previsti dalle norme di legge.

Inoltre, deve esserci il rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza anticendi e, anche in questo caso, deve essere rilasciato il certificato di prevenzione incendi.




Infine, un altro certificato da possedere è quello antimafia.

Per quanto riguarda i requisiti del futuro imprenditore che apre l’attività, deve avere una fedina penale senza macchia. Per avviare l’attività del parcheggio privato, bisogna farne richiesta al Comune, richiedendo l’autorizzazione (la SCIA) e un’ulteriore autorizzazione per lo sfruttamento del suolo pubblico.

Il Comune, entro cinque giorni, trasmetterà la documentazione di denuncia di inizio attività al Prefetto che si pronuncerà entro 60 giorni, controllando tutta la documentazione ricevuta e il possesso dei requisiti del futuro titolare.

In caso di esito positivo, si potrà iniziare la propria attività.

Infine, operativamente, per svolgere l’attività bisogna:

  • aprire la Partita IVA;
  • iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio;
  • regolarizzare i contributi sia INPS che INAIL;
  • regolarizzare la posizione contributiva di eventuali dipendenti.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.