Curriculum europeo, perché si deve usare questo modello


Curriculum europeo, perché si deve usare questo modello




Il curriculum europeo  è il ritratto che facciamo di noi stessi in ambito lavorativo. Quando ci si candida per ricoprire una nuova posizione è necessario, quindi, essere performativi e fornire le informazioni nella maniera giusta.

Il primo consiglio in assoluto è quello di utilizzare il curriculum europeo e nella fattispecie il curriculum Europass. Si tratta dell’evoluzione del curriculum europeo tradizionale, creato per snellire e migliorare la precedente versione. Facile da compilare e da fruire è strutturato in maniera fluida e basilare, così da rendere più semplice il compito sia del candidato che lo crea che di chi lo deve esaminare.

Curriculum europeo: ecco perchè

Il curriculum Europass si differenzia da qualsiasi altro tipo di curriculum vitae per la sua struttura. Sono, infatti, già preimpostate le colonne, con i nomi delle varie sezioni e sottosezioni disposti nella colonna sinistra che aiuta molto per capire come scrivere un perfetto curriculum.




Questo oltre che aiutare chi lo compila agevola il lavoro del selezionatore, che riesce con maggiore immediatezza a carpire le competenze e le esperienze lavorative del candidato.

Il curriculum Europass, inoltre, riduce lo spazio orizzontale ampliando quello in verticale, lasciando l’impressione ottica di una maggiore quantità di informazioni, di esperienze lavorative ecc. Ideale, quindi, anche per chi ha poche esperienze o alla ricerca alla prima occupazione, il consiglio in questo caso è di inserire gli eventuali tirocini per dimostrare di aver avuto una primo contatto col mondo del lavoro.

E’ consigliati utilizzare il curriculum europeo per candidarsi presso gli enti pubblici, quelli accademici e le società di formazione.

Curriculum interessi: cosa scrivere

Nel curriculum vitae è consigliabile scrivere dei propri interessi solo se sono strettamente legati alla posizione occupazionale alla quale ci si è candidati. Anche perchè questo tipo di informazione saranno inserite alla fine e quindi non sempre il nostro recruter le leggerà.

Curriculum lingue

Altro aspetto da curare nel proprio curriculum vitae è l’inserimento delle lingue studiate. In particolare se ci si candida anche per un lavoro all’estero, in questo caso deve essere scritto in inglese.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.