Psicologia, che tipo di partita iva aprire


Psicologia




Dopo aver superato l’Esame di Stato e essersi iscritti all’Albo nazionale degli psicologi, lo psicologo può operare come professionista nel settore ma, per farlo, deve aprire la Partita IVA. Infatti, la Partita IVA è uno strumento indispensabile per chi voglia esercitare la libera professione da psicologo in uno studio.

Emettere fattura e dichiarare i propri incassi

Con questo strumento, i liberi professionisti come lo psicologo, possono emettere fattura e dichiarare i propri incassi al fisco italiano oltre che versare le imposte ed i contributi previdenziali, secondo le modalità previste dalla Legge.

Ad ogni modo, la procedura di apertura della Partita IVA da psicologo è gratuita e può essere effettuata per via telematica, attraverso il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, compilando e consegnando il modulo AA9/12 allo sportello dell’Agenzia delle Entrate più vicino.

È importante compilare in maniera corretta il modulo e scegliere il giusto codice attività e il regime fiscale per la Partita IVA per psicologo. Per evitare di commettere errori è comunque consigliabile rivolgersi ad un professionista che aiuterà anche nella scelta del Codice ATECO e consiglierà al meglio sul tipo di regime fiscale da adottare.




Il Codice ATECO serve ad ad identificare il tipo di attività ed il settore di riferimento.

Per psicologi e psicoterapeuti, il Codice da utilizzare è 86.90.30 cioè “attività svolta da psicologi”.

Inoltre, il professionista aiuterà anche nella scelta del regime fiscale:

  • regime ordinario;
  • regime semplificato;
  • regime forfettario.

Quest’ultimo è un regime fiscale agevolato riservato alle Partite IVA con reddito inferiore ai 65.000 euro annui, che prevede diversi benefici come:

  • versamento di un’unica imposta sostitutiva;
  • esonero dagli obblighi IVA;
  • esonero da studi di settore, spesometro, redditometro e così via;
  • esonero dalla fatturazione elettronica;
  • semplificazione della contabilità.

Inoltre, lo psicologo deve iscriversi alla propria Cassa Previdenziale, l’ENPAP: questa iscrizione avverrà in fase di apertura della Partita IVA da psicologo e servirà per il versamento dei contributi previdenziali.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.