Imbianchino, è possibile farlo con la partita iva semplificata?


Imbianchino




L’imbianchino è colui che si occupa di tinteggiare pareti, muri interni, facciate e infissi, lavorando in proprio o come dipendente di una ditta. Per poter svolgere questa attività, è necessario aprire la Partita IVA, operazione piuttosto semplice. Infatti, il lavoro dell’imbianchino rientra nelle attività edili e dunque l’apertura della Partita IVA viene fatta alla Camera di Commercio della propria provincia di residenza nella categoria Artigiani.

Imbianchino, lavorare come autonomo

Come lavoratore autonomo, l’imbianchino non ha l’ulteriore obbligo di iscriversi al registro delle imprese, e viene definito dall’art. 2222 del codice civile come “colui che si obbliga a compiere verso un corrispettivo un opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente(…)”.

Innanzitutto bisogna scegliere il Codice ATECO: per lavorare come imbianchino, il codice è 43.34.00 “tinteggiatura e posa in opera di vetri”. Per quanto riguarda il regime fiscale, la soluzione più vantaggiosa è il regime forfettario che permette di ridurre le spese riguardanti le imposte, il costo del commercialista e così via.

Il requisito principale per accedere al regime forfettario è quello di percepire un reddito annuale non superiore a 65.000 euro.




I criteri per poter rientrare nel regime forfettario sono:

  • avere ricavi o compensi non superiori a 25.000 euro l’anno;
  • avere spese per il lavoro accessorio o anche per dipendenti e collaboratori, non superiori a 5 mila euro lordi;
  • avere un costo per i beni strumentali non superiore ai 20 mila euro;
  • inquadrare i propri redditi provenienti dall’attività imprenditoriale come prevalenti rispetto a quelli che possono provenire dal lavoro dipendente.

La tassazione agevolata per chi opera nel regime forfettario, prevede un’unica imposta sostitutiva con aliquota fissa al 15%, ridotta al 5% durante i primi cinque anni di attività. Inoltre, con il regime forfettario si può beneficiare di:

  • esonero dall’uso della firma digitale e della fattura elettronica;
  • esonero dalla registrazione degli acquisti effettuati;
  • contabilità semplificata



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.