Aprire un catering, si può fare in casa?


Aprire un catering




Un’agenzia di catering provvede alla somministrazione di alimenti e bevande per cerimonie, feste private, cene aziendali e così via. Per tutti gli esercizi che preparano o somministrazioni alimenti, è indispensabile rispettare norme igienico – sanitarie. In particolare, dovranno essere sottoposti a controllo le fasi di realizzazione dei prodotti e di trasporto degli stessi.

Aprire un catering, da dove si parte

Quindi, sia le procedure messe in atto per preparare le pietanze ma anche i locali (cucine e laboratori) e i mezzi adibiti al trasporto. Questi ultimi, devono essere protetti dall’infiltrazione di polveri ed essere lavabili sia all’interno che all’esterno. Non devono essere adibiti a nessun altro uso e devono essere puliti e disinfettati almeno una volta a settimana.

Devono essere costituiti di materiale idoneo per alimenti, recante il contrassegno secondo le vigenti disposizioni di leggi. Per quanto riguarda la preparazione dei cibi, invece, un’attività di catering deve possedere una cucina che contenga tutte le attrezzature necessarie per la preparazione dei pasti.

Questo locale deve essere così suddiviso:

  • settore per la preparazione di verdure con piano d’appoggio e lavello;
  • settore per la preparazione di carni e prodotti ittici con piano d’appoggio e lavello;
  • zona di cottura dotata di attrezzature idonee e di cappa aspirante per i fumi;
  • zona allestimento piatti pronti e preparazione piatti;
  • un locale adibito al confezionamento degli alimenti pronti per il trasporto nei luoghi di somministrazione.

Inoltre, deve esserci una zona destinata alla gestione delle stoviglie; queste ultime devono avere dimensioni adeguate all’attività svolta e adibite esclusivamente a tale uso.




Per tutti questi motivi e per via dei controlli a cui sono sottoposti i locali (bisogna anche rispettare dei limiti nelle dimensioni, in quanto, la cucina non deve essere più piccola di 25 metri quadrati), non è possibile eseguire attività di catering in casa propria poiché non rispetta le norme igienico sanitarie previste per tale destinazione d’uso



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.