Aprire un catering, quali permessi occorrono


Aprire un catering




Un catering è un’agenzia che si occupa dell’approvvigionamento di cibi e bevande per cene private, cerimonie, cene aziendali e così via. Sono in molti a voler dar vita a questa nuova attività, vista la facilità con cui è possibile farlo. Infatti, non è necessario aver nessun titolo di studio specifico ma frequentare dei corsi specifici per la somministrazione di cibi e bevande presso la Camera di Commercio locale.

Autorizzazione licenze per aprire un catering

Anche dal punto di vista delle autorizzazioni, licenze e permessi per aprire un catering, non ci sono particolari complicazioni. Infatti, bisognerà rispettare le normative previste per le cucine dei ristoranti e le attività ristorative in generale. Per iniziare l’attività, sarà necessario ottenere l’autorizzazione sanitaria da parte dell’ASL di riferimento.

E’ importante essere in regola dal punto di vista sanitario sia all’inizio dell’attività sia durante lo svolgimento della stessa, quando si potrà essere soggetti a dei controlli che, in caso di esito negativo, comporteranno delle sanzioni. Le norme da rispettare sono di natura igienica, in riferimento sia ai prodotti preparati e cucinati ma anche ai mezzi di trasporto utilizzati per gli spostamenti dei pasti.

Oltre al rispettare le norme igienico sanitarie dell’ASL, il locale predisposto per l’attività professionale deve avere una grandezza di almeno 25 metri quadrati ed essere in regola con le concessioni edilizie e le norme previste in materia di sicurezza degli ambienti di lavoro.




Solo quando l’ASL darà l’autorizzazione, si potrà iniziare l’attività.

Di solito, bisognerà aver ultimato tutti i lavori di organizzazione e allestimento del locale e a quel punto verrà rilasciato il certificato di inizio attività redatto dal tecnico del Comune di riferimento. Infine, altri aspetti da non sottovalutare sono quelli che riguardano i rapporti di lavoro con cuochi e collaboratori in materia di iscrizione all’INPS e all’INAIL. Anche coloro che fanno parte dello staff devono, inoltre, aver frequentato corsi da alimentaristi



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.