Navigator, quali sono i requisiti richiesti


Navigator, quali sono i requisiti richiesti




Per partecipare al bando di concorso indetto per diventare Navigator, è necessario possedere determinati requisiti. Infatti, la figura dei Navigator è una figura che ha l’obiettivo di favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro e quindi l’inserimento nel mondo del lavoro dei disoccupati che abbiano fatto richiesta del Reddito di Cittadinanza.

Navigator, il titolo di studio

I requisiti richiesti sono:

  • possedere la Laurea Magistrale/Specialistica in:
    • Scienze dell’economia;
    • Scienze della politica;
    • Scienze delle Pubbliche Amministrazioni;
    • Scienze economico aziendali;
    • Servizio sociale e politiche sociali;
    • Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
    • Sociologia e ricerca sociale;
    • Sociologia;
    • Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua;
    • Psicologia;
    • Giurisprudenza;
    • Teorie e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
    • Scienze pedagogiche.

Ovvero il Diploma di Laurea secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle predette Lauree Magistrali ai sensi del Decreto 9 luglio 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ovvero essere in possesso di altra laurea equiparata o equipollente sulla base delle vigenti disposizioni normative (anche titoli di studio conseguiti all’estero o titoli esteri conseguiti in Italia).

Oltre al titolo di studio si deve rientrare in una delle seguenti categorie

  • Avere cittadinanza italiana o di uno degli Stati Membri dell’Unione Europea oppure essere muniti
    di regolare permesso di soggiorno per il lavoro.
  • Godere dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza e provenienza.
  • Assenza di condanne penali, di procedimenti penali in corso, interdizione o altre misure che
    escludono la costituzione del rapporto di lavoro con le Pubbliche Amministrazioni, secondo le
    leggi vigenti.
  • Assenza di condanne penali, anche se con sentenza non passata in giudicato, per reati di mafia, di
    terrorismo, di narcotraffico, di violenza sessuale, malversazione, truffa, frode, concussione,
    corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, istigazione alla corruzione, peculato,
    turbata liberà dell’industria o del commercio, ricettazione, riciclaggio, autoriciclaggio.
  • Assenza di licenziamenti o dispense dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione.
  • Idoneità fisica allo svolgimento delle attività.






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.