Contratto a tempo determinato quanto può durare?


Contratto a tempo determinato quanto può durare?




L’Italia sta vivendo un periodo di grande difficoltà per quanto riguarda il mondo del lavoro con la disoccupazione soprattutto giovanile che continua a crescere. I politici hanno provato a trovare ad arginare questa problematica, al momento senza grandi risultati.

Il contratto di lavoro può essere di diversi tipi i più conosciuti sono a tempo indeterminato e il contratto a tempo determinato.
La durata contratto viene stabilita in base alle esigenze dell’azienda o del datore di lavoro.

Per quanto riguarda il contratto a tempo determinato questo può avere una durata massima di 36 mesi,
comprese eventuali proroghe. Nel campo degli speciali servizi nei settori del turismo e dei pubblici esercizi la durata massima è di 3 giorni, determinata dai contratti collettivi stipulati con i sindacati locali o nazionali aderenti alle confederazioni maggiormente rappresentative sul piano nazionale.
Nel caso di contratti per lo svolgimento di attività di ricerca scientifica, la durata massima è pari a quella del progetto di ricerca.

Contratto di lavoro, limiti di durata

È possibile prorogare il termine del contratto di lavoro entro il limite di durata complessiva di 36 mesi a condizione che l’attività lavorativa sia la stessa per la quale il contratto è stato originariamente stipulato.




Il numero di proroghe possibili è di 5, nell’arco dei complessivi 36 mesi, indipendentemente dal numero dei rinnovi.
È possibile riassumere il dipendente già assunto con contratto a tempo determinato,
anche oltre i 36 mesi di durata massima, purché il secondo contratto abbia per oggetto un’attività lavorativa diversa e siano rispettati gli intervalli di tempo richiesti.

E’ possibile, quindi, assumere nuovamente il lavoratore con un contratto a tempo determinato a condizione che tra la fine del precedente contratto e l’inizio del nuovo rapporto trascorra un intervallo minimo di 20 giorni se il contratto scaduto aveva una durata superiore a 6 mesi,
10 giorni per i contratti di durata pari o inferiore.




3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Contratto a tempo determinato esiste il periodo di prova?
  2. Contratti di lavoro: rinnovo, come funziona
  3. Contratto di lavoro, quale costa meno al datore di lavoro

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.