Arrivano i ristori a fondo perduto del governo Draghi


Arrivano




Con il Decreto Sostegni arrivano i ristori a fondo perduto del nuovo governo Draghi per tutti i lavoratori e le imprese in difficoltà in questo periodo caratterizzato dall’emergenza sanitaria legata all’epidemia di Coronavirus.

Arrivano i ristori del governo Draghi

Nello specifico sono stati stanziati circa 11 miliardi di euro, che serviranno a sostenere circa 3 milioni di persone che sono state colpite dalla crisi generata dal Covid-19.

Sono previsti ristori a fondo perduto per le imprese e le aziende con fatturato fino a 10 milioni di euro, che abbiano subìto perdite di entità superiore al 30% del fatturato nell’anno 2020.

La base per il calcolo dell’indennizzo è data dal calo di fatturato medio mensile del 2020 rispetto al 2019.




5 aliquote diverse

A tale base devono essere applicate 5 aliquote diverse che variano in base all’ammontare del fatturato dichiarato

  • 60% della perdita media mensile per fatturati inferiori a 100 mila euro
  • 50% per fatturati fra 100 mila e 400 mila euro
  • 40% per fatturati fra 400 mila e 1 milione di euro
  • 30% per fatturati fra 1 e 5 milioni di euro
  • 20% per fatturati fra 5 e 10 milioni di euro

Si è calcolato che il ristoro medio previsto sarà di circa 3700 euro, con un minimo di 1000 euro per le persone fisiche, 2000 euro per le persone giuridiche e un massimo di 150 mila euro per beneficiario.

Fra le novità di questi “nuovi” ristori a fondo perduto, oltre ad esser stata innalzata a 10 milioni la soglia massima di fatturato per i soggetti beneficiari (e non più 5 milioni di euro come inserito originariamente nella bozza), c’è anche il fatto che viene eliminato il riferimento ai codici ATECO.

Infine, anche le start up potranno accedere ai ristori a fondo perduto: questo vale anche per quelle nate nel 2019 e 2020.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.