Lavorare con ritenuta d’acconto è possibile?


Lavorare




In genere, quando si parla di “ritenuta d’acconto” si pensa immediatamente ad un rapporto di lavoro autonomo occasionale e non ad un rapporto di lavoro subordinato o ad una collaborazione.

Come lavorare con la ritenuta

In effetti, può lavorare con ritenuta d’acconto il lavoratore che svolge:

  • un’opera o un servizio dietro il pagamento di un corrispettivo;
  • il proprio lavoro senza vincolo di subordinazione né coordinamento da parte del committente;
  • la propria prestazione lavorativa in maniera occasionale e non continuativa, in modo non organizzato e non professionale.

Nel caso in cui la prestazione di lavoro venga svolta in maniera professionale e continuativa, il lavoratore dovrà aprire la partita IVA e non potrà lavorare con la ritenuta d’acconto. Una volta specificati i casi in cui si può lavorare con la ritenuta d’acconto, va detto che questa non è altro che un importo (pari al 20% del compenso) che il committente (il sostituto d’imposta) trattiene dal compenso del lavoratore.

Cioè, invece che pagare questo importo al lavoratore, viene versato direttamente allo Stato come anticipo delle imposte che il lavoratore dovrà pagare. Questo importo, infatti, viene versato dal datore di lavoro all’Erario con il modello F24 entro il giorno 16 del mese successivo al pagamento del compenso.




Fattura o ritenuta

Il lavoratore, per tale compenso, non dovrà emettere la fattura ma una ricevuta mentre recupererà i soldi trattenuti dal committente con la ritenuta d’acconto con la dichiarazione dei redditi. Nello specifico, i dati che si riferiscono alla ritenuta d’acconto, dovranno essere inseriti dal lavoratore al quadro RL (se compila il modello Redditi) e al quadro D (se compila il 730).

Compilando correttamente la dichiarazione dei redditi con il riferimento della ritenuta d’acconto, l’importo già pagato con questa verrà sottratto dall’imposta dovuta dal lavoratore. Infatti, come detto, la ritenuta d’acconto non è altro che un anticipo sulle imposte operato dal committente.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.