Tredicesima, che cos’è


Tredicesima




Dicembre è il mese dell’anno in cui molti lavoratori ricevono dal proprio datore lavoro una “gratifica natalizia”: la tredicesima. La tredicesima spetta a tutti i dipendenti pubblici e privati e non è altro che una mensilità extra rispetto alle normali retribuzioni mensili che i lavoratori ricevono abitualmente.

Questa gratifica viene annoverata fra le “retribuzioni differite

Questa gratifica viene annoverata fra le “retribuzioni differite” poiché in realtà il suo importo viene maturato di mese in mese dal lavoratore dipendente ma viene erogato, sotto forma di mensilità extra, nel mese di dicembre. Infatti, il lavoratore accantona mensilmente un rateo della tredicesima, anche in condizioni che comportano la sua assenza dal lavoro:

  • congedo di maternità e paternità;
  • congedo matrimoniale;
  • infortunio sul lavoro;
  • malattia professionale;
  • malattia prevista dai limiti contrattuali;
  • donazione del sangue;
  • riposi per allattamento;
  • cassa integrazione;
  • assenze per ferie, festività e permessi retribuiti.

La tredicesima, dunque, viene erogata dal datore di lavoro ad ogni lavoratore dipendente che abbia un contratto di lavoro subordinato (rientrano in questa categoria anche le colf e le badanti).

La gratifica natalizia spetta anche ai lavoratori assunti con contratto a chiamata

La gratifica natalizia spetta anche ai lavoratori assunti con contratto a chiamata: in questo caso, la tredicesima viene calcolata sulla base delle ore lavorate. La tredicesima non spetta, invece, a coloro che lavorino con contratto di collaborazione coordinata (a meno che non sia stato stabilito diversamente tra datore di lavoro e dipendente).




Per quanto riguarda i pensionati, anche a loro spetta la tredicesima, a prescindere dal proprio assegno pensionistico; ugualmente, la tredicesima spetta anche ai titolari di assegno sociale e di pensione di invalidità. Per i dipendenti privati, non c’è una scadenza specifica in cui deve essere accreditata la tredicesima: la legge prevede, infatti, che il datore di lavoro e il lavoratore si possano accordare sulle modalità di erogazione della tredicesima.

Invece, nel caso dei dipendenti pubblici, la legge fissa delle date precise in cui debba essere pagata la tredicesima essere: in particolare, viene stabilito che questa debba essere erogata insieme allo stipendio di dicembre. Infine, per i pensionati, la tredicesima viene accreditata insieme alla pensione (quindi all’inizio del mese di dicembre).

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Tredicesima, quando viene pagata
  2. Tredicesima, spetta a tutti i lavoratori?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.