Lavoro 2020, boom della ristorazione


Lavoro 2020




Il settore della ristorazione è uno dei pochi che non conosce e non conoscerà crisi. Anche per quanto riguarda l’occupazione, negli ultimi anni si è registrato l’aumento del 2% dei contratti di lavoro dipendente sia a tempo determinato che indeterminato e si continuerà almeno con questa percentuale anche per il prossimo anno. Infatti, ristoranti, bar, discoteche e, durante la bella stagione, gli stabilimenti balneari, sono pronti ad assumere ecco perché la ristorazione sarà un campo su cui puntare per il lavoro del 2020.

Le professioni più ricercate nella ristorazione

Le professioni più ricercate nella ristorazione sono quelle del cameriere di sala, del barista ma anche dell’aiuto cuoco, pizzaiolo, gelataio, pasticcere e sommelier. Per poter essere assunti nel settore della ristorazione bisogna formarsi e prepararsi perché non basta improvvisarsi: per questo è consigliabile, oltre ad aver studiato alla scuola alberghiera, anche aver seguito dei corsi professionalizzanti.

I camerieri devono essere pronti a svolgere un servizio impeccabile e questo è possibile solo se si sono formati al meglio e hanno svolto un periodo di stage in alberghi o ristoranti. Così come i baristi: sono sempre più ricercati barman o bartender capaci di creare e innovare oltre che eseguire le ricette più tradizionali (si pensi ai cocktail). Lo stesso per quanto riguarda il cuoco o il pizzaiolo che devono essere sempre più artisti oltre che semplici esecutori di piatti e pizze.

Inoltre, sempre più ricercati saranno profili con queste caratteristiche:

  • attenzione al cliente, la soddisfazione del cliente è al centro dell’operato di tutto il team e proprio per questo è importante che le figure professionali abbiano tale competenza;
  • resistenza allo stress, proprio perché quella della ristorazione è un’attività che prevede giornate lavorative lunghe o di stare in piedi tanto tempo oltre che eseguire velocemente e bene il proprio compito;
  • cura dei dettagli, soprattutto per quanto attiene la cucina, il cuoco deve curare l’impiattamento senza dimenticare la “sostanza” ovvero la ricercatezza nel gusto per soddisfare il palato dei clienti.





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.