Perito agrario, come ci si diventa


Perito agrario




Il perito agrario è quel professionista che può svolgere la sua attività come titolare o dipendente di un’azienda agraria oppure come consulente per le aziende nell’ambito dell’agricoltura e della zootecnia, al fine di rendere più efficiente il lavoro in questi settori. Per poter diventare perito agrario, è consigliabile intraprendere un percorso scolastico presso un Istituto Tecnico Agrario: la preparazione in tale scuola è indispensabile per dare al futuro perito agrario tutte le conoscenze sul quale si basa la sua professione (agronomia, zootecnia, economia e così via).

Perito agrario serve l’esame di stato?

Per procedere all’iscrizione all’Esame di Stato e all’abilitazione come perito agrario, dopo aver conseguito il diploma, sarà necessario effettuare un tirocinio della durata di due anni presso lo studio di un perito agrario abilitato e iscritto all’albo da almeno 5 anni. Solo dopo aver concluso il tirocinio, ci si potrà iscrivere all’esame di abilitazione professionale.

E’ possibile iscriversi all’esame di abilitazione alla professione anche dopo aver conseguito il diploma universitario triennale in:

  • Biotecnologie Agro-industriali
  • Economia ed Amministrazione delle Imprese Agricole
  • Economia del Sistema Agroalimentare e dell’Ambiente
  • Gestione Tecnica ed Amministrativa in Agricoltura
  • Produzioni Animali
  • Produzioni Vegetali
  • Tecniche Forestali e Tecnologie del Legno
  • Viticoltura ed  Enologia

Per quanto riguarda l’Esame di Stato, questo consta di due prove scritte e di una orale

La prima prova scritta verte su questioni di tecnica della produzione, sia vegetale che animale o di trasformazione dei prodotti.




La seconda prova scritta riguarda, invece, l’illustrazione di miglioramenti fondiari- agrari ed i relativi aspetti economici- estimativi oppure la progettazione di manufatti aziendali con i corrispondenti computi metrici. Infine, la prova orale consiste in un colloquio sui diversi aspetti delle competenze previste dal regolamento professionale (considerazioni economiche e aspetti normativi).

Solo dopo aver superato l’esame di Stato, si potrà procedere all’iscrizione all’Albo dei periti agrari e svolgere la professione.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.