Uber, che cos’è questo servizio


Uber




Già da qualche anno si sente spesso parlare di Uber: ma cos’è questo servizio? Uber è un servizio fondato nel 2009 ad opera di Travis Kalanick e Garret Camp che mette in collegamento passeggeri e autisti tramite un’app: infatti, il servizio che Uber offre è quello di trasporto automobilistico privato.

Il debutto di Uber a Milano

In Italia, ha fatto il suo debutto qualche anno fa a Milano ma oggi è attivo anche in altre grandi città come Roma e Firenze. In pratica, Uber è a metà strada tra un taxi e un servizio di noleggio auto con conducente.

Tutti possono essere conducenti per Uber, purché rispettino dei requisiti (avere almeno 21 anni, fedina penale pulita e patente non sospesa da almeno 10 anni). Per utilizzare Uber, è sufficiente scaricare gratuitamente l’applicazione sul proprio smartphone, tramite App Store o Google Play, oppure dal proprio browser.

Poi, creare un account utilizzando indirizzo email e numero di telefono.




Come richiedere il “passaggio”

Quindi, inserendo la destinazione in “Dove si va?” si può richiedere un passaggio visionando le opzioni di viaggio, gli orari, le auto e i prezzi delle corse. Sarà necessario indicare il punto di partenza e cliccare su “Invia Richiesta”: a questo punto, in poco tempo, arriverà l’autista Uber. A proposito dell’autista, si potrà accedere a varie informazioni su quello scelto per leggere curiosità su di lui e le recensioni degli altri clienti che hanno viaggiato con lui.

Si può monitorare l’arrivo dell’autista  sulla mappa così da sapere quando farsi trovare al punto di partenza. Per pagare la corsa, non sarà necessario utilizzare contanti (anche se questa è un’opzione ammessa) perché il costo della corsa verrà semplicemente addebitata sulla carta associata all’account utilizzato per prenotare il passaggio.

In alternativa, si può utilizzare anche il saldo Uber Cash.

Alla fine della corsa, è possibile anche valutarla e far conoscere il proprio feedback sul passaggio ricevuto.




3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Uber, come si fa a diventare autista? Privato o professionista?
  2. Uber, quali requisiti si devono avere per diventare autista
  3. Autista Uber, che regime fiscale adottare per essere in regola

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.