Pagamento NASPI 2019, chi ha diritto di riceverlo


Pagamento NASPI 2019, chi ha diritto di riceverlo




La NASPI è un’indennità di disoccupazione che spetta al lavoratore che abbia perso il lavoro per cause non imputabili a lui. E’ necessario, però, che abbia anche maturato 13 settimane contributive nei 4 anni precedenti alla disoccupazione: a questo proposito, sono valide tutte le settimane retributive ma l’importante è che, per ogni anno, la retribuzione complessivamente erogata o dovuta sia stata non inferiore ai minimali settimanali. Come ogni anno è sempre bene controllare sul sito dell’INPS se è cambiata la domanda di disoccupazione 2019 e i modi di presentarla

Nel 2019, questo minimale settimanale è di 205,20 euro a settimana

Inoltre, il lavoratore per poter avere l’indennità NASPI, deve aver svolto 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti al periodo della disoccupazione.

Questi sono gli specifici requisiti che danno diritto a ricevere il pagamento della NASPI 2019; tuttavia, è necessario anche soddisfare dei requisiti per ottenere lo stato di disoccupazione.

Infatti, un lavoratore, per avere lo stato di disoccupazione deve:

  • avere perso il lavoro involontariamente;
  • aver dichiarato telematicamente al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro la propria Did cioè l’immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa nonché la sua partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il Centro per l’impiego;
  • aver firmato il Patto di servizio.

Per calcolare l’importo NASPI 2019, è necessario:

  • sommare gli imponibili previdenziali (imponibile INPS) degli ultimi 4 anni, compresi quelli continuativi e non continuativi e le mensilità aggiuntive (come la tredicesima);
  • dividere il risultato ottenuto per il numero delle settimane di contributi (anche se non viene rispettato il minimale contributivo), infatti, vengono considerate tutte le settimane in cui sono stati versati i contributi;
  • moltiplicare il risultato per 4,33.

Se l’importo che si ottiene è uguale o minore a 1221,44 euro, la NASPI sarà pari al 75% di questo importo; se, invece, l’importo è superiore, verrà aggiunto il 25% della differenza tra imponibile e 1221,44 euro. Ad ogni modo, non potrà mai superare i 1328,76 euro mensili nel 2019.







Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.