Mobbing sul lavoro come si deve agire


Mobbing sul lavoro come si deve agire




Si sente spesso parlare di bullismo nelle scuole ma purtroppo si parla poco di quello che accade in alcuni posti di lavoro. Che cos’è il mobbing? Il mobbing è quel comportamento (o serie di comportamenti) aggressivi e vessatori messi in atto nei confronti di un lavoratore (il mobbizzato) da parte di un superiore o di altro collega (mobber).

Gli effetti del mobbing sulla vittima riguardano diverse sfere della sua vita, da quella personale a quella professionale.

Come si manifesta il mobbing sul lavoro

Il mobbing si manifesta attraverso degli atti discriminatori, di scherno, di critica o di rimprovero: azioni che si ripetono frequentemente, per un lungo periodo di tempo e con una certa regolarità.

Quando si è vittima di mobbing sul lavoro, la prima cosa da fare è provare gli atti subiti (o che si stanno subendo).




I modi per farlo sono:

  • prove scritte protocollate e spedite tramite raccomandata (ad esempio email, SMS, Whatsapp, lettere contenenti degli insulti o delle offese);
  • raccogliere testimonianze dei colleghi;
  • registrazioni delle aggressioni subite (la legge prevede che, per la difesa personale, si possano addurre come prove, registrazioni di conversazioni avvenute solo con il capo e non con altri colleghi, poiché in questo caso sarà possibile ricevere un licenziamento disciplinare o per giusta causa).

Poiché non esiste una legge per ottenere il risarcimento, nel caso si sia vittima di mobbing, è necessario che la vittima dimostri degli elementi che la legge prevede per altre fattispecie di reato.

Deve dimostrare, quindi:

  • di aver subito delle violenze fisiche o psicologiche;
  • che ci sia un danno al suo patrimonio o alla sua integrità psicofisica;
  • il nesso di causalità fra le violenze subite e il danno;
  • l’intento persecutorio del datore di lavoro (o di un collega).

Ad esempio, un’ottima prova per dimostrare di essere stati male psicologicamente (o di esserlo ancora) per mobbing, è di aver sostenuto delle spese sanitarie proprio per curare un malessere psicologico o fisico. In questo caso, si possono richiedere dei risarcimenti di natura patrimoniale.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.