Ferie lavoratore, serve il preavviso per richiederle?


Ferie lavoratore




Ad ogni lavoratore spettano 26 giorni di ferie retribuite l’anno. Queste ferie devono essere possibilmente continuative, infatti il lavoratore ha diritto ad almeno due settimane nel corso del periodo di maturazione e i giorni restanti entro i 18 mesi successivi al termine del periodo di maturazione. Inoltre, spettano anche dei permessi di lavoro retribuito per altre condizioni (come nel caso di malattia o maternità).

Ferie, chi le decide?

Tuttavia, non è il lavoratore che decide a propria discrezione quando andare in ferie o meglio,  ma è il datore di lavoro che decide il piano ferie, cioè il periodo in cui i dipendenti possono prenotare le proprie ferie. Il lavoratore dovrà poi scegliere il periodo per le sue ferie e darne un preavviso congruo al datore di lavoro che accorderà o meno tale richiesta (nel senso che potrebbe proporre, in base alle esigenze aziendali, un periodo diverso da quello richiesto dal lavoratore), motivandone le ragioni.

La richiesta al datore di lavoro, in genere, viene fatta in maniera scritta: il datore di lavoro di solito prepara un modello uguale per tutti che deve essere compilato e consegnato a lui o a chi di dovere.

Dunque, al lavoratore spettano due obblighi:

  • richiedere con preavviso le ferie, così da permettere al datore di lavoro di organizzare il lavoro;
  • non richiedere le ferie nei periodi dell’anno che possono essere più delicati per le esigenze dell’azienda e del datore di lavoro.

Se il lavoratore non comunica con preavviso la sua richiesta di ferie, il datore di lavoro può rifiutarsi di accordarle, anche in assenza di un giustificato motivo per esigenze organizzative ma può concedere solamente le ore di ferie richieste compatibilmente con le esigenze dell’azienda.




Nel caso in cui, invece, il datore di lavoro non rispetti le norme sul periodo minimo di ferie, può incorrere in sanzioni amministrative, a seconda che la violazione riguardi uno o più lavoratori.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.