Tredicesima in busta paga, come viene tassata?


Busta paga tredicesima




La tredicesima mensilità, chiamata più comunemente soltanto tredicesima, è una retribuzione che il dipendente normalmente riceve nel corso del mese di dicembre e che viene in genere ricevuta prima della Vigilia di Natale. Per questo motivo sono in molti a considerarla una sorta di regalo, ma in realtà si tratta di una retribuzione che il lavoratore matura ogni mese, da gennaio a dicembre e che viene corrisposta però in un tempo successivo, spesso intorno al 15 dicembre. A volte è inserita all’interno della busta paga a volte come busta a se stante. Per capirlo è bene che, specie alle prime esperienze, iniziate a comprendere e leggere la busta paga.

Purtroppo però tutto questo ha un aspetto che può anche essere considerato molto negativo: questo emolumento è infatti pesantemente tassata perché non viene considerata una comune retribuzione e quindi viene tassata attraverso delle regole a sé stanti, che in questo periodo dell’anno bisogna assolutamente conoscere.

Tredicesima, spetta a tutti per legge

Le tredicesime mensilità spettano a tutti i lavoratori dipendenti però è sottoposta ad oneri fiscali che
devono essere tenuti in considerazione al momento della ricezione per poi fare tutti i calcoli del caso:
l’ammontare della tredicesima subisca una decurtazione del 31% rispetto alle normali retribuzioni,
quindi superiore o a cui semplicemente deve essere applicato un tipo di calcolo differente.

Altro discorso invece bisogna dedicarlo ai datori di lavoro, la cui tredicesima mensilità subisce oneri fiscali ancora una volta differenti.
Il costo della retribuzione della tredicesima è gravato dal 42% in più di un normale compenso ottenuto
durante l’anno, e basta quindi fare i conti sul compenso originario per poi riuscire ad ottenere la somma
e quindi capire la cifra che effettivamente riusciremo a percepire.




Da considerare anche che per gli operai la tredicesima mensilità non deve essere calcolata a giorni ma
ad ore.
Invece per un impiegato bisogna calcolare i giorni; per il pensionato invece la tredicesima ha un
importo pari alla rata della pensione corrisposta a dicembre.
E’ sempre consigliabile fare questi conti in maniera tale che poi si sappia cosa aspettarsi.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.