Poste Italiane, 7500 assunzioni entro il 2019


Poste Italiane, 7500 assunzioni entro il 2019




A quanto pare il lavoro in ottica 2019 potrebbe essere ad un punto di  svolta per molti, infatti sulla scia delle legge Fornero che è prevista nella manovra dell’attuale governo il colosso Italiano Poste Italiane potrebbe assumere nuovi lavoratori grazie anche al bonus lavoro 2019. Il totale dei posti dovrebbe essere di 7500, e le assunzioni dovrebbero essere fatte entro la fine del 2019. La notizia è stata resa nota dal sottosegretario al lavoro Dario Durigon che ha sottolineato quanto sia un grande evento possibile da realizzare grazie alla riforma della legge Fornero. Ovviamente oltre alla riforma Fornero le assunzioni verranno fatte anche per i grossi investimenti che sono previsti nella prossima legge di bilancio. 

Assunzioni da parte di Poste Italiane

Se da una parte con la riforma delle pensioni si libereranno nuovi posti di lavoro, che saranno assegnati ai giovani, dall’altra si sta lavorando assiduamente per incentivare le assunzioni. Infatti Poste Italiane aveva in previsione un assunzione di 7500 lavoratori entro la fine del 2020 ma grazie a questa manovra potrà accelerare i termini di assunzione al 2019. Il colosso Poste Italiane ha raggiunto un accordo con i maggiori esponenti sindacali che sono Cgil, Cisl, Uil, Cisal-Failp, Confsal, Ugl. Quindi se tutto dovesse andare in porto possiamo dire che i servizi miglioreranno per tutti i cittadini e ci saranno anche nuove assunzioni, un segnale forte che potrebbe dare un segnale forte anche all’operato dell’attuale governo.

Ma come fare domanda a Poste Italiane per lavorare con loro?

Ovviamente per poter lavorare con Poste Italiane la prima cosa da fare è quella di registrarsi sul sito e inserire il proprio curriculum per poi essere chiamati. Ovviamente sul sito è possibile inserire il proprio curriculum vitae e inserire i vostri dati. Il consiglio è quello di inserire dati veritieri in quanto saranno controllati in sede di colloquio e inoltre sarà possibile candidarsi per le posizioni aperte man mano che usciranno.







Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.